• 10528 AUGIO - 12° TORNEO BEACH VOLLEY
  • 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Pubblicità pagina principale
martedì 16 maggio 2017.
http://www.ilmoesano.ch/article7502
Giugno, luglio e agosto: moglie mia non ti conosco; verrà poi settembre, che te la darò da intendere.
di Teresio Bianchessi
Giugno, luglio e agosto: moglie mia non ti conosco; verrà poi settembre, che te la darò da intendere.


Quanti spunti offre questo proverbio! Quanto dice e quanto lascia sottintendere! Dice della fatica del raccolto, soprattutto fra i monti; racconta di giornate interminabili passate nei campi, curvi sulla madre terra, concentrati per non perdere i suoi preziosi doni da mettere nel granaio: fieno, frumento segale, granoturco, fagioli, patate. Evidente che, dopo simili giornate, la sera, dopo cena, la stanchezza prenda il sopravvento anche sui desideri e la testa cada sul tavolo ancor prima che la moglie sparecchi. “Moglie mia non ti conosco…”, non è quindi il capriccio o la distrazione di certi mariti soli in città, nel nostro caso suggerisce l’amara, ma consapevole rassegnazione del contadino a cui è rimasto poco tempo per la moglie. Quanta trepidazione però in quel “…verrà poi settembre, che te la darò d’intendere…!”. L’attesa è lirica, spasmodica, alimenta la seduzione, il desiderio, la voglia che sarà sicuramente appagata fra le candide lenzuola… ai primi freschi settembrini.

top

Se una cosa è degna di essere fatta, falla con tutto il tuo cuore.
Se vuoi conoscere il passato, guarda il tuo presente.
Se vuoi conoscere il futuro, guarda il tuo presente.
Buddha Siddhārtha Gautama

 
Sponsors