• 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Regionale
giovedì 9 marzo 2017.
Un autunno molto soleggiato salva la vendemmia 2016

Gli ultimi giorni dell’estate caratterizzati da tempo stabile e un autunno particolarmente caldo e secco hanno fugato i timori sorti dopo una primavera nel complesso troppo fredda e umida. Nel 2016 la vendemmia ha dato 105 milioni di litri (20 mio. l in più rispetto al 2015). Il volume raccolto rientra nella media e anche la qualità dell’uva è risultata buona nonostante la minaccia rappresentata dai parassiti e, in alcune regioni, dalle malattie fungine.

Nel 2016 il volume del raccolto nel complesso è stato superiore di circa un quarto rispetto all’anno precedente, ma nel 2015 le rese avevano toccato minimi storici. Il raccolto è stato nettamente superiore nella Svizzera francese (+29.4%, +19.7 mio. l) e al Sud delle Alpi (+32.5%, +1.5 mio. l). Nella Svizzera tedesca le rese, soprattutto nei maggiori Cantoni a vocazione vinicola (ZH, SH, GR, AG, ecc.), si sono attestate addirittura al di sotto dei valori del 2015 (-6.1%, -0.8 mio. l). Con 105 milioni di litri, la vendemmia 2016 rientra nella media pluriennale.
Dopo un inverno mite con scarse precipitazioni nevose, la stagione viticola è iniziata in tutta la Svizzera sotto i migliori auspici. Tuttavia l’ottimismo iniziale si è rivelato prematuro, poiché nel mese di aprile è arrivato un clima freddo e umido protrattosi fino all’inizio dell’estate. Alla fine di aprile in molte località è ritornato persino il gelo. Successivamente le forti precipitazioni hanno favorito la comparsa della peronospora che ha provocato danni ingenti. Nonostante il miglioramento delle condizioni meteo registrato a partire da metà luglio, non sono diminuite le preoccupazioni dei viticoltori, poiché i vigneti erano minacciati da una massiccia infestazione di drosofila del ciliegio. Per fortuna, grazie a un autunno caldo e secco, la situazione è cambiata in meglio fugando i timori legati alla comparsa della drosofila del ciliegio. Nel complesso, nonostante alcune puntuali perdite di raccolto causate dalla peronospora, è stato possibile raccogliere uva di qualità e al giusto grado di maturazione. Anche nel 2016 la superficie viticola svizzera rimane costante a circa 15’000 ettari.

top

Il massimo della stupidità si raggiunge non tanto ingannando gli altri ma se stessi, sapendolo.
Si può ingannare tutti una volta, qualcuno qualche volta, mai tutti per sempre.

J.F. Kennedy

 
Sponsors