• 10279 Concerto di musica classica a Soazza
    Domenica 30 aprile 2017
  • 10256 Giornata Mondiale del Libro 2017
  • 10255 Giornata Mondiale del Libro 2017
  • 9113 My Charm - Moesa d’AUr
  • 8344 Fuori ... posto!
Cultura
mercoledì 29 marzo 2017.
Patrimonio svizzero: revisione dell’Inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali

L’inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali d’importanza nazionale (IFP) designa i paesaggi svizzeri più emblematici e di maggiore pregio. Nella sua seduta del 29 marzo 2017, il Consiglio federale ha approvato la revisione di detto inventario e della relativa ordinanza. I 162 oggetti sono stati descritti in modo dettagliato. Inoltre, sono stati precisati i motivi dell’importanza nazionale e gli obiettivi di protezione specifici di ogni oggetto. Queste indicazioni complementari renderanno più semplice l’impiego di tale strumento a livello federale e cantonale e ne miglioreranno l’efficienza.

I paesaggi iscritti nell’Inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali d’importanza nazionale (IFP) appartengono al patrimonio svizzero. Costituiscono un elemento importante delle identità regionali e rappresentano un capitale turistico considerevole. Luoghi di ristoro apprezzati, esercitano anche effetti benefici sulla salute (cfr. riquadro 1).
La revisione dell’inventario e della relativa ordinanza concerne principalmente la rielaborazione completa delle descrizioni dei 162 oggetti iscritti. La descrizione di ciascun paesaggio è stata considerevolmente ampliata. Per ogni oggetto sono stati precisati i motivi alla base della sua iscrizione nell’inventario, descritte le relative specificità e formulati gli obiettivi di protezione specifici. Questa revisione concretizza le raccomandazioni della Commissione della gestione del Consiglio nazionale (CdG-N) e assolve il mandato assegnato dal Consiglio federale. Maggiore sicurezza nell’applicazione del diritto e per la pianificazione I dettagli forniti miglioreranno notevolmente la sicurezza nell’applicazione del diritto e al momento della pianificazione. Le autorità competenti a livello federale e cantonale dispongono ora di basi migliori per valutare i progetti che toccano oggetti IFP. La ponderazione degli interessi sarà facilitata e le procedure di autorizzazione potranno essere accelerate (cfr. riquadro 2). L’ordinanza riguardante l’inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali (OIFP) è stata modificata di conseguenza. Essa fornisce in particolare una base giuridica per il monitoraggio e il controllo dell’efficacia delle misure adottate.
Risultati della consultazione
I pareri espressi e gran parte delle proposte concernenti le descrizioni degli oggetti avanzate nel quadro della consultazione sono stati ampiamente tenuti in considerazione nella versione adottata dal Consiglio federale.
Nell’ordinanza è stata confermata in modo esplicito la garanzia della conservazione e dell’utilizzazione degli edifici e degli impianti esistenti negli oggetti dell’IFP. A seguito della richiesta dei Cantoni, sarà elaborato un aiuto all’attuazione dell’inventario.
Il mandato conferito dal Consiglio federale non riguardava i perimetri degli oggetti, che restano invariati.
L’IFP e la revisione totale della relativa ordinanza entreranno in vigore il 1° giugno 2017.
Riquadro 1 - L’IFP: i più bei siti della Svizzera
L’obiettivo dell’Inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali d’importanza nazionale (IFP) è preservare la bellezza, la varietà e le specificità dei paesaggi che fanno parte del patrimonio del nostro Paese. Vi sono altri due inventari che riguardano il paesaggio: l’ISOS, che recensisce gli insediamenti svizzeri da proteggere d’importanza nazionale, e l’IVS, che comprende le vie di comunicazione storiche della Svizzera.
L’IFP comprende attualmente 162 oggetti, suddivisi in quattro tipologie: paesaggi unici per la loro bellezza, singolarità, importanza scientifica, ecologica o geografica. Esempi: la Val Bavona, le Alpi bernesi, le cascate del Reno, la sponda sud del lago di Neuchâtel e il Creux-du-Van con le gole dell’Areuse;
paesaggi tipici della Svizzera, cioè paesaggi prossimi allo stato naturale che presentano una morfologia del territorio particolarmente caratteristica per una determinata regione, testimonianze storico-culturali e spazi vitali importanti per la flora e la fauna. Esempi: il Piz Arina, il Monte Generoso e lo Chasseral;
paesaggi ricreativi che invitano a camminare e a vivere la natura. Contribuiscono in modo rilevante al benessere psicofisico delle persone e alla formazione di un legame identitario con il territorio. Esempi: il paesaggio lacustre dell’Alta Engadina e il gruppo del Bernina, l’Emmental superiore e la regione del Säntis;
siti e monumenti naturali, cioè singoli oggetti di natura spesso geologica quali massi erratici, affioramenti rocciosi rilevanti e forme caratteristiche del paesaggio. Esempi: il giardino dei ghiacciai di Lucerna, il Pfluegstein sopra Herrliberg, la Lochseite presso Schwanden (sovrascorrimento glaronese), il blocco di Luegiboden e le piramidi di Euseigne.
Riquadro 2 – Effetti giuridici dell’Inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali
Gli effetti giuridici dell’Inventario, disciplinato dalla legge federale sulla protezione della natura e del paesaggio (LPN), restano invariati. Lo scopo della LPN è conservare le caratteristiche dei paesaggi protetti dall’inventario, senza tuttavia prescrivere una protezione assoluta. Essa integra quindi l’idea di un’evoluzione del paesaggio in una prospettiva qualitativa. La LPN regolamenta altresì la procedura da applicare per valutare i progetti che potrebbero arrecare danni agli oggetti protetti. In particolare, le autorità federali e cantonali possono procedere a una ponderazione degli interessi soltanto nei casi in cui un progetto riveste un’importanza nazionale. L’ordinanza riguardante l’inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali (OIFP) precisa questi punti.

top

Triste è quella casa in cui la gallina parla e il gallo tace!
Proverbi italiani

 
Sponsors