• 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Politica
lunedì 29 maggio 2017.
L’esercito avrà l’ardire di calpestare la sovranità popolare? No ai nuovi aerei da combattimento!
Gioventù Comunista

L’arroganza del Dipartimento Federale della Difesa sta raggiungendo livelli gravi: dopo le angherie contro gli obiettori di coscienza e i civilisti, dopo il primo passo verso l’arruolamento forzato anche delle ragazze, ora tocca all’acquisto di nuovi velivoli: e mentre si taglia nel sociale e nella scuola, mentre la precarietà e la disoccupazione giovanile aumentano, il governo considera prioritario spendere fino a 18 miliardi di franchi per comprare 70 aerei da combattimento.

Nel 2014 il popolo svizzero aveva rifiutato in votazione l’acquisto dei Gripen (contro i quali la Gioventù Comunista era stata in prima fila). Come mai torniamo a discuterne a così pochi anni di distanza? Al ministro della difesa UDC Guy Parmelin evidentemente la democrazia va bene solo quando a vincere è lui, e con un trucchetto vorrebbe inserire i nuovi aerei nel budget dell’esercito (che sarà dunque aumentato) e così facendo potrà impedire il ricorso al referendum. Insomma: l’esercito non permetterà più che il popolo ignorante sbagli a votare un’altra volta! Gli aerei si compreranno: con o senza il consenso dei cittadini! E’ un ordine e gli ordini non si discutono …anche in democrazia!

Se davvero l’esercito andrà in questa direzione calpesta bellamente la sovranità popolare. La Gioventù Comunista condanna questa condotta e ribadisce la necessità non solo di diminuire drasticamente il budget militare, ma anche di interrompere la cooperazione con la NATO che rende il nostro esercito complice di pratiche guerrafondaie e ingerenze all’estero!

top

Il segreto di un candidato politico è di sembrare stupido come chi lo ascolta, così che gli ascoltatori si sentano intelligenti come lui.

 
Sponsors