• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
mercoledì 7 giugno 2017.
Impianti di risalita Splügen, banche concedono sconto debito

Gli impianti di risalita di Splügen (GR) hanno ottenuto dalle un condono tra l’80 ed il 90% dei debiti. Per evitare il fallimento l’azienda necessita tuttavia di investimenti urgenti, come comunica in una nota odierna.

A fine aprile la Splügen Tambo aveva chiesto alle banche una ristrutturazione del debito, dichiarandosi indebitata per 6,5 mln di franchi ed affermando che solo se le banche avrebbero rinunciato ai loro crediti l’azienda si sarebbe potuta salvare.

Oggi la nota in cui l’azienda comunica che le banche hanno accordato uno sconto del debito molto consistente (80-90%). "Questo ci aiuta molto" dichiara il nuovo presidente del consiglio d’amministrazione Franco Quinter, aggiungendo tuttavia che il fallimento non è ancora escluso e che la strada scelta per scongiurarlo è un risanamento attraverso la ricerca di investimenti privati.

L’azienda è deficitaria, si legge nella nota, e il fatturato è stagnante. Le perdite negli ultimi anni si sono attestate tra 0,5 e un milione di franchi per anno d’esercizio. Il fabbisogno finanziario per i prossimi 3-4 anni è di 5-6 milioni di franchi: "È necessaria un’entrata finanziaria immediata per poter almeno tornare a pagare gli stipendi", afferma Quinter.

Nuova strategia di sviluppo

Grazie alla collaborazione con l’agenzia di comunicazione Skipp Communications (Ivo Frei, dell’agenzia, è membro del nuovo Cda), la Splügen Tambo rinnoverà completamente la strategia di mercato, puntando sulle famiglie e sui gruppi come utenti principali del servizio per rendere l’azienda di nuovo redditizia.

Obiettivi principali di mercato saranno le zone dal Reno Posteriore a Coira, spiega la nota. Allo stesso modo si concentrerà l’attenzione sul Ticino, in particolare le zone intorno a Locarno e Lugano, attraverso la collaborazione con Viamala Turismo. La nuova strategia, conclude la nota, è quella giusta, ma funzionerà solo se arriveranno i finanziamenti necessari.

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors