• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
lunedì 12 giugno 2017.
St. Moritz, gli hotel non cedono, ricorso contro nuova clinica

(ats) Rallenta il progetto per la realizzazione del nuovo complesso composto da un albergo e una clinica in zona "Serletta Süd" a St.Moritz. Contro la costruzione, infatti, gli hotel "Kulm" e "Badrutt’s Palace" hanno presentato un ricorso al Tribunale amministrativo grigionese, approvato dal Governo retico poco più di un mese fa.

Secondo i ricorrenti, "due dei maggiori datori di lavoro dell’Engadina", come si legge nella nota congiunta dei due hotel di lusso, il nuovo "albergo della salute", così come è previsto dal progetto, influirà negativamente sul futuro di St. Moritz quale destinazione turistica primaria, cosa di cui "il Governo non ha tenuto debitamente in conto nella sua decisione".

"Gli hotel - si legge nella nota - non si schierano contro la costruzione nella zona Serletta Süd di per sé, ma questa deve essere dimensionata e conformata in modo che non venga pregiudicato uno sviluppo progettuale sostenibile anche sul lato opposto della strada, in Serletta Nord. Con l’attuale progetto, che prevede la costruzione di un hotel di 30 metri di altezza, questo è impossibile".

"Uno sviluppo sostenibile dell’area Serletta Nord - conclude la nota - è possibile solo con una progettazione generale comune tra la zona nord e sud". Entrambi gli hotel si dichiarano pronti a collaborare per trovare una soluzione comune che metta d’accordo tutti.

Cronologia dei fatti

Il 5 maggio scorso anche il Governo retico aveva dato il via libera per la costruzione della nuova struttura, già approvata dal Comune di St. Moritz nell’ottobre 2015, annunciando di aver respinto i sei ricorsi presentati da proprietari di immobili confinanti.

In particolare, prima delle votazioni comunali, i gestori degli alberghi "Kulm" e "Badrutt’s Palace" si erano dichiarati contrari sostenendo che le nuove costruzioni togliessero la vista sul lago ai propri ospiti. Le autorità comunali, tuttavia, avevano raccomandato l’approvazione del testo, che ottenne il 62% di voti favorevoli.

Il Governo aveva spiegato di aver ritenuto prevalente l’interesse pubblico rispetto al fatto che per alcuni immobili confinanti la vista di cui si è goduto finora peggiorerà, sostenendo che "il progetto consente a St. Moritz di compiere un ulteriore sviluppo di alta qualità".

top
 
Sponsors