• 8344 Fuori ... posto!
Regionale
mercoledì 21 giugno 2017.
Canicola: come comportarsi

Nei prossimi giorni sono attese temperature massime tra i 30 e i 35 gradi con un’umidità relativa elevata. Si prevede quindi una canicola che persisterà diversi giorni, al Nord delle Alpi probabilmente fino a venerdì, mentre al Sud durerà fino a domenica. L’Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera ha diramato un’allerta canicola di grado 3, il secondo più elevato. L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) avverte che per alcuni gruppi di popolazione le temperature elevate possono rappresentare un pericolo per la salute.

Le temperature elevate possono avere ripercussioni sulla salute compromettendo l’efficienza fisica e psichica. Tra i gruppi a rischio rientrano soprattutto le persone anziane, le persone malate (a livello cronico), le donne in stato di gravidanza e i bambini piccoli. Queste categorie di persone necessitano di un’attenzione particolare e di consulenza.

Le raccomandazioni più importanti per proteggersi dal caldo intenso sono le seguenti:

• evitare gli sforzi fisici durante le ore più calde del giorno;
• mantenere per quanto possibile freschi la propria abitazione e il proprio corpo;
• bere molta acqua (almeno 1,5 litri al giorno);
• consumare cibi freddi e rinfrescanti;
• integrare la perdita di sali minerali durante e dopo l’attività fisica.
In caso di stress da caldo possono manifestarsi i seguenti sintomi:
• elevata temperatura corporea 
• pulsazioni accelerate
• debolezza/stanchezza
• mal di testa
• crampi muscolari
• secchezza della bocca
• stato confusionale, vertigini, disturbi allo stato di coscienza, nausea, vomito, diarrea
• disturbi del sonno

Occorre reagire alla comparsa dei sintomi:

far sdraiare la persona interessata e raffreddare il corpo. Se è cosciente, darle da bere acqua fresca. Se queste misure risultano inefficaci, richiedere l’intervento di un medico.

top

Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove.

(Pino Cacucci)

 
Sponsors