• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Varie
giovedì 22 giugno 2017.
Autostrade, più code per traffico e incidenti

Nel 2016 il numero di ore di coda è salito ulteriormente rispetto al 2015, anche se in modo meno marcato nonostante l’incremento della circolazione. È quanto risulta dal rapporto sulla viabilità pubblicato dall’USTRA. Sulle strade nazionali si sono formate code per complessive 24 066 ore, in particolare per congestioni; inoltre sono aumentate quelle causate da incidenti. Per migliorare la situazione, l’USTRA ha avviato una serie di misure urgenti a sostegno di vari progetti in corso in punti nevralgici della rete viaria, fra cui l’attivazione del sistema di corsia dinamica.

In Svizzera la maggior parte del traffico si concentra sulle strade nazionali che, pur rappresentando solo circa il 2,5% dell’intera rete stradale, nel 2015 hanno assorbito quasi il 41,6% di quello complessivo e il 69,1% del trasporto merci.
Il chilometraggio totale registrato l’anno scorso sulle strade nazionali è aumentato del 2,4% (2015: +4,2%). omplessivamente sono stati percorsi 25 947 milioni di chilometri, pari a 67 500 volte la distanza tra la terra e la luna. Il traffico merci pesante è cresciuto dell’1,4%, contro lo 0,1% del 2015.

Quasi scomparse le code per lavori

Le complessive 24 066 ore di code sulle strade nazionali registrate nel 2016 corrispondo a un aumento del 5,4% rispetto all’anno precedente (2015: +6,1%). Tra le cause dei disagi continua a prevalere nettamente il fenomeno delle congestioni, che hanno bloccato il traffico per 21 211 ore. Per la prima volta dopo molti anni sono aumentati gli ingorghi a seguito di incidenti (da 2263 a 2420 ore: +6,9%), numerosissimi negli orari serali di rientro dal lavoro, in particolare il venerdì, complici in primo luogo la distanza di sicurezza insufficiente e la momentanea disattenzione. È invece proseguito il tendenziale calo degli incolonnamenti dovuti a cantieri, che nel 2016 si sono ridotti a 356 ore, pari all’1,48% di quelle complessive. Continuano quindi a rivelarsi efficaci gli sforzi dell’USTRA per organizzare i lavori soprattutto nelle fasce orarie meno trafficate.
Il fenomeno delle code ha subito uno spostamento a livello geografico: gli aumenti principali non hanno riguardato come di consueto la regione Argovia–Zurigo–Winterthur, bensì la Svizzera francese, in particolare le circonvallazioni di Ginevra e Losanna. Nell’area del Baregg è stato registrato invece per la prima volta da anni un calo di circa il 5%.

Potenziamenti mirati e migliore gestione del traffico

Per ridurre le ore di coda e mantenere scorrevole il traffico sulle strade nazionali, l’USTRA punta sia su interventi mirati di potenziamento infrastrutturale sia su una gestione più efficace della rete. Obiettivo delle misure urgenti è migliorare la prevedibilità dei tempi di viaggio.   Nell’ambito degli interventi strutturali, l’USTRA è impegnato nella realizzazione di una ventina di progetti di decongestionamento. Fra questi, l’ampliamento della capacità della circonvallazione nord di Zurigo (A1) e il prolungamento delle rampe di vari svincoli autostradali. Secondo le previsioni, entro l’anno potrà entrare in funzione la corsia dinamica tra Pratteln e la diramazione di Augst (A3).
Per garantire un più efficace coordinamento delle strade nazionali esistenti, la Centrale nazionale di gestione del traffico ha ottenuto un migliore accesso diretto ai dati dei sistemi cantonali. Nell’autunno 2017, inoltre, sui tratti fortemente trafficati Muri–Thun (A6) e presso lo svincolo Buchrain e la diramazione di Rütihof (A14) saranno operativi limiti di velocità flessibili, regolati dalla Centrale in funzione dell’intensità del traffico per poter intervenire prima che si verifichino ingorghi. Inoltre da inizio 2017 si utilizzano pannelli a messaggio variabile anche per consigli sul comportamento di guida e quindi per migliorare la viabilità sulle autostrade: occupare continuamente la corsia di sinistra o avvicinarsi eccessivamente al veicolo che precede rallentano il traffico e contribuiscono alla formazione di code.

Sgomberati più rapidamente i luoghi d’incidente

Insieme con la Polizia cantonale di Argovia, l’USTRA ha condotto un progetto pilota per sperimentare manovre di ripristino più tempestivo dei luoghi interessati da un sinistro. L’iniziativa, intesa a sensibilizzare sulla possibilità di prevenire gli ingorghi velocizzando le operazioni, prevede un coordinamento ottimizzato e una riassegnazione dei ruoli tra le unità impegnate.

top
 
Sponsors