• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Comunicati
mercoledì 28 giugno 2017.
Trasporto di merci pericolose su strada e su rotaia: controllo rigoroso dei rischi

Per sorvegliare i rischi dei trasporti di merci pericolose su strada e su rotaia e, se necessario, adottare misure, la Svizzera dispone di basi avanzate. I rischi per la popolazione sono accettabili sia per il trasporto su rotaia che per quello su strada. È quanto si evince dal rapporto del Consiglio federale in adempimento del postulato della Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati (CTT-S), che chiedeva di ridurre detti rischi.

Nel suo postulato del 18 maggio 2015, la Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati (CTT-S) chiedeva l’adozione di misure per ridurre i rischi del trasporto su rotaia o su strada di merci pericolose, in particolare cloro. I trasporti di merci pericolose (p. es. benzina, propano, cloro) su strada o rotaia devono essere conformi alle prescrizioni internazionali, integrate dalle disposizioni previste dal diritto svizzero. Le strade e le ferrovie sulle quali sono trasportate quantità elevate di merci pericolose sono inoltre soggette all’ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti (OPIR), il cui obiettivo è proteggere la popolazione e l’ambiente da danni gravi in seguito a incidenti rilevanti. Il 28 giugno 2017, il Consiglio federale ha approvato il rapporto in adempimento del postulato. I servizi federali competenti, Ufficio federale dei trasporti (UFT), Ufficio federale delle strade (USTRA) e Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), sorvegliano i rischi sull’intera rete di trasporti con strumenti elaborati congiuntamente. Ciò consente loro di individuare per tempo e gestire i rischi, in continuo aumento a causa dello sviluppo degli insediamenti. È stato recentemente il caso nell’ambito dei trasporti su ferrovia di cloro in vagoni cisterna: nel 2016, nella seconda dichiarazione comune sottoscritta dalle imprese interessate e dalle autorità, sono stati concordati obiettivi di riduzione dei rischi più rigorosi e misure adeguate, al fine di ridurre i rischi per la popolazione generati da detti trasporti lungo le linee ferroviarie.
Secondo la panoramica più recente, il rischio elevato in materia di trasporti di merci pericolose sulle strade nazionali interessa meno del 0,5 per cento dei tratti. L’USTRA adegua periodicamente allo stato della tecnica in materia di sicurezza le vie di comunicazione per quanto riguarda la costruzione di nuove strade o l’ampliamento e l’ammodernamento di quelle esistenti. Lungo le ferrovie non sussistono rischi inaccettabili.
La Svizzera garantisce un elevato standard di sicurezza anche nel confronto internazionale. Attualmente solo i Paesi Bassi effettuano il rilevamento sistematico dei trasporti di merci pericolose sull’intera rete stradale e ferroviaria nazionale e applicano criteri di valutazione della gestione di questi rischi secondo modalità simili a quelle utilizzate dalla Svizzera.
Nel suo rapporto, il Consiglio federale sottolinea come l’OPIR richieda un coordinamento con i piani direttori e quelli di utilizzazione cantonali, affinché anche in futuro i rischi lungo le linee ferroviarie e le strade non aumentino in modo incontrollato a causa dello sviluppo degli insediamenti.

top
 
Sponsors