• 8344 Fuori ... posto!
Politica
domenica 2 luglio 2017.
Il governo sta coi lavoratori o sta con l’imprenditoria selvaggia?

Congratulandoci con i lavoratori della Navigazione Lago Maggiore che hanno ribadito la volontà di lottare per la loro dignità e con la società civile che si è mobilitata nel pomeriggio di ieri in loro solidarietà nonostante il maltempo, il Partito Comunista non può restare indifferente di fronte le ultime novità relative alla decisione dell’azienda di aggirare lo sciopero mettendo in servizio la motonave "Daino" sul bacino svizzero con personale italiano.

Il presidente del Consiglio di Stato Manuele Bertoli fa bene a convenire “che nel momento dello sciopero la scelta di rimettere in servizio il ‘Daino’ possa essere vissuta male dal personale svizzero”. Effettivamente la viviamo molto male un po’ in tanti, soprattutto perché ci si sarebbe attesi da parte del governo un intervento ben diverso di fronte a uno sciopero legittimo a tutela dei posti di lavoro. Il ministro socialista aggiunge poi che però “tecnicamente l’azione ci sta tutta”: è l’ennesima dichiarazione che si poteva pure risparmiare! Legalmente forse ci potrà anche "stare tutta", ma politicamente - e questo è il mestiere di Bertoli - non ci sta proprio per niente.

Anzi: in questo modo si calpestano i diritti dei lavoratori del bacino svizzero e si calpesta la sovranità stessa della nostra economia. E’ una mossa che peraltro potrà solo far aumentare il sentimento ostile ai lavoratori italiani, che certo non auspichiamo: il governo si è dimostrato del tutto inadeguato a fare gli interessi della collettività!

Partito Comunista

top

Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove.

(Pino Cacucci)

 
Sponsors