• 10976 La Bregaglia a geografia variabile
  • 10973 Cryptoeconomy
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Lettere dei lettori
lunedì 24 luglio 2017.
Giustizia - Tribunale Federale: Coira, imposte edifici città vecchia, alluminio batte legno

(ats) Legno o alluminio? Con questa domanda ha dovuto confrontarsi il Tribunale Federale (TF) riguardo alle imposte di un edificio nella città vecchia di Coira. La decisione è a favore dei proprietari: nessun obbligo di scuri in legno, ok ad ante in alluminio più economiche.

Il Comune di Coira e la sezione tutela dei monumenti non ha digerito la sentenza: l’intenzione, infatti, era quella di sostituire le 39 imposte riutilizzando il legno, ma l’assemblea dei condomini aveva argomenti migliori dalla sua parte, come viene fuori dalla sentenza pubblicata oggi dal TF.

La legge edilizia della città prevede che i costruttori degli edifici nel centro storico siano obbligati ad utilizzare determinati materiali, poiché la zona è in gran parte "protetta".

L’edificio in questione, in realtà, non è tra quelli storici o sotto tutela. Tuttavia, le eventuali modifiche si devono comunque integrare in maniera armonica all’ambiente circostante, questo anche per le imposte alle finestre.

I giudici di Losanna sostengono la decisione del Tribunale cantonale grigionese dell’ottobre 2015. Con l’argomento che la differenza tra legno ed alluminio è appena visibile, i proprietari avevano già un punto a loro favore. A convincere definitivamente i giudici si è aggiunta la differenza di prezzo di circa 20.000 franchi e la spesa molto più esigua per la manutenzione dell’alluminio.

Secondo la sentenza, i numeri parlano chiaro: praticamente solo il 40% circa delle imposte degli edifici nella città vecchia di Coira è in legno. Ne consegue che la prassi per cui le finestre sostituite devono essere necessariamente di nuovo in legno "non si rispecchia più nell’immagine del luogo".

top

Pazienta per un poco: le calunnie non vivono a lungo.
La verità è figlia del tempo: tra non molto essa apparirà per vendicare i tuoi torti.

Immanuel Kant

 
Sponsors