• 13098 Marco Balzano a Grono
  • 13092 Italiano "Fuori Servizio"
  • 13079 Acci...dente!
Lettere dei lettori
mercoledì 26 luglio 2017.
Roveredo - Ponte dei Sospiri
Lettera aperta al Municipio dell’ex sindaco Giovanni Gobbi

Questo ponte, costruito più di cento anni orsono per sorpassare il tracciato della ex ferrovia Bellinzona-Mesocco, era subito diventato un simbolo e un punto di riferimento per tanti roveredani, e lo è ancora.
Inizialmente questo ponte era stato costruito in pietra naturale e a forma di arco. In occasione della costruzione della semiautostrada A13, verso la fine degli anni sessanta, è stato rifatto in calcestruzzo con arco di raggio maggiore.
In occasione della pubblicazione delle opere da demolire da parte di USTRA questo ponte era stato pure incluso, senza alcuna opposizione di parte. Quindi, nei prossimi mesi, USTRA procederà alla sua demolizione.
In questi ultimi giorni, alla luce della nuova situazione del centro paese in seguito allo smantellamento delle infrastrutture della ex A13, molti cittadini soddisfatti della nuova situazione che supera le loro più rosee aspettative, auspicano la rinuncia alla demolizione del suddetto ponte, sia per motivi storico/culturali sia per motivi di praticità per i pedoni.
Quindi, facendomi promotore delle diverse esternazioni di sostegno alla rinuncia della demolizione del ponte, vi rivolgo le seguenti domande:

• cosa ne pensa il Municipio di questa demolizione?
• sarebbe ancora possibile rinunciare ad essa ?
• se si, in che modo bisogna procedere?
• se no, perché non è più possibile?

In attesa di una vostra cortese risposta invio i più cordiali saluti

GIOVA

top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors