• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
giovedì 27 luglio 2017.
Cambi al vertice - Coira, direzione a due per il Museo d’arte

(ats) Dopo l’annuncio del cambio al vertice annunciato il 14 giugno e il "congelamento" della decisione solo pochi giorni dopo, Stephan Kunz torna alla direzione del Museo d’arte dei Grigioni, affiancato però da Nicole Seeberger quale co-direttrice.

Lo ha annunciato questa mattina Martin Jäger, direttore del Dipartimento dell’educazione del Cantone dei Grigioni, in un incontro con i media, mettendo la parola fine alla querelle che da un mese e mezzo avvolge la vicenda della direzione del museo.

Il 55enne Stephan Kunz rimane responsabile per la direzione artistica della struttura, per l’allestimento di nuove mostre nonché per l’ampliamento, la salvaguardia e la cura della collezione - ha spiegato Jäger - mentre Nicole Seeberger rileverà la direzione amministrativa, del personale e della comunicazione.

La soluzione di una direzione a due è stata raggiunta grazie all’aiuto di Hans Hatz, il "mediatore" scelto da Jäger per seguire la riorganizzazione del personale del museo.

Cronologia: cambio al vertice e dietrofront

A metà giugno Jäger aveva annunciato un cambio al vertice del Museo: Stephan Kunz, in carica dall’ottobre 2011, avrebbe dovuto assumere il ruolo di curatore principale lasciando la direzione (ad interim per un anno) alla 36enne Nicole Seeberger, che lavora per la struttura dal 2009.

Dopo le polemiche sollevate da più parti nel panorama culturale grigionese, perplesso per l’annuncio, il Governo aveva fatto marcia indietro annunciando il 20 giugno la decisione di "congelare" la riorganizzazione per analizzare ed approfondire ulteriormente la questione, lasciando la direzione vacante.

Il 26 giugno il Dipartimento dell’educazione aveva annunciato l’intervento del 73enne Hans Hatz, membro del consiglio della fondazione "Kulturforschung Graubünden" ed ex presidente della Banca Cantonale dei Grigioni, quale "mediatore" nella fase di riorganizzazione del personale al Museo d’Arte cantonale.

I commenti degli interessati

La destituzione di Kunz a giugno, ha dichiarato oggi Jäger nell’incontro con i media, è stata un errore, aggiungendo di avere tenuto poco in considerazione le possibili reazioni esterne.

"Mi aspetto ottimi risultati per il futuro, - ha sottolineato Jäger - vogliamo portare il museo dei Grigioni a diventare uno dei principali musei d’arte in Svizzera".

"La co-direzione - ha commentato la Seeberger davanti ai media - è un’ottima soluzione e costituirà un rafforzamento per il museo". Una divisione chiara delle sfere di responsabilità nell’ambito della direzione, ha aggiunto Kunz, è la giusta base per una buona collaborazione.

top

Pensa sempre a quanto è lungo l’inverno.

Marco Porcio Catone (il Censore)

 
Sponsors