• 11208 Almanacco del Grigioni Italiano 2018
  • 11205 Gerry Mottis - Terra bruciata
  • 11192 Mosconi sul sofà 4
  • 11083 Tracce del passato? No! Tracce del futuro?
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Fuori regione
lunedì 31 luglio 2017.
TEMPORALI: sfollati a S-charl, forti piogge locali anche a nord

Violenti temporali si sono abbattuti ieri sera sulla Svizzera causando inconvenienti e un ferito leggero. Particolarmente colpiti Grigioni e Ticino, ma forti perturbazioni locali hanno creato problemi anche in altre località a nord delle Alpi.

Nella valle di S-charl, che sbocca a Scuol, in Engadina, tredici persone, fra cui due bambini, sono state portate al sicuro in elicottero durante la notte. Alla polizia cantonale era giunta notizia alle 20.00 che diverse colate detritiche avevano invaso l’unica strada esistente. Una quindicina di persone erano rimaste bloccate con i loro veicoli. Quasi tutte sono state recuperate dalla Rega e portate all’ospedale per controlli, ma due hanno passato la notte nel loro automezzo posto al sicuro in una galleria.

Nella valle di S-charl si trovava una cinquantina di persone. Tutte dovrebbero essere evacuate in elicottero in giornata, precisa un comunicato della polizia. Anche altre strade e percorsi del comune di Scuol non sono transitabili fino a nuovo avviso.

Sempre in Engadina, smottamenti hanno coperto una cinquantina di metri della strada dal passo della Flüela verso Susch, che è rimasta chiusa fino a questa mattina. La passeggera di una moto è stata colpita alla spalla da un sasso e portata da una terza persona all’ospedale di Davos per accertamenti. Nella zona sono caduti 36,7 millimetri di pioggia, secondo quanto indicato da SRF Meteo.

Ancora in Engadina sono rimasti coperti da fango e pietrisco anche diversi tratti della strada verso il passo del Forno nel territorio comunale di Zernez. Un’auto parcheggiata è stata investita dal fango.

Traffico perturbato fino a questa mattina anche in Val Bregaglia, dove un violento temporale ha riversato 22,6 mm di acqua. La strada principale a Stampa è rimasta coperta dal fango lungo un centinaio di metri. Un’auto parcheggiata a lato è rimasta danneggiata.

Sempre nei Grigioni, il maltempo ha provocato una caduta di massi che ha comportato la chiusura di diverse stradine tra Almens e Scharans, poco a nord di Thusis. Secondo la polizia cantonale la frana ha un volume di 10’000-15’000 metricubi.

Inoltre sono rimasti interrotti per diverso tempo anche i tratti della Ferrovia retica (RhB) tra Saas e Klosters Dorf, tre Tiefencastel e Thusis, nonché tra Langwies e Litzirüti, verso Arosa.

Piogge molto intense si sono verificate anche a Engelberg, nel canton Obvaldo. Diversi ruscelli si sono ingrossati e anche caricati di detriti. Ciò ha costretto ad evacuare un accampamento di giovani, poi ospitati in una vicina fattoria, ad annullare una rappresentazione teatrale all’aperto di "Winnetou" e a chiudere un campo da golf. Nessuno è rimasto ferito e l’ammontare dei danni è ancora ignoto.

Nel resto della Svizzera centrale non ha invece quasi piovuto, ha detto all’ats Felix Blumer, del servizio meteo della tv svizzero tedesca SRF.

Secondo questa fonte, a Lugano sono caduti 34 millimetri di pioggia in breve tempo. Allo stadio di Cornaredo è stata interrotta la partita di Super League tra Lugano e San Gallo. Tanta acqua, 27,5 millimetri, è scesa anche a Stabio.

Secondo SRF Meteo la situazione rimane "esplosiva": anche per i prossimi giorni ci si aspetta alte temperature e ulteriori temporali.

top
 
Sponsors