• 12037 Una donna alla guida!
  • 12022 Mozzi ... cani!
Politica
lunedì 7 agosto 2017.
Politica monetaria - BNS: averi in valuta estera crescono del 3% in luglio

(ats) Gli averi in valuta estera in possesso della Banca nazionale svizzera (BNS) sono nuovamente aumentati in luglio, dopo due mesi contraddistinti da un calo. Alla fine dello scorso mese ammontavano a 714,3 miliardi di franchi, in crescita del 3% rispetto al mese precedente (+20,7 miliardi).

Senza considerare l’oro, le riserve della BNS hanno raggiunto 719,9 miliardi di franchi, contro 699,2 miliardi in giugno, informa la BNS in una nota.

Dall’inizio dell’anno, le riserve in divisa estera hanno subito una andamento altalenante: dopo essere leggermente calate in gennaio, sono fortemente cresciute in febbraio, marzo e aprile, per poi nuovamente diminuire in maggio e giugno.

Le cifre non mostrano precisamente come la Banca nazionale sia intervenuta sul mercato dei cambi. Dopo il rafforzamento della valuta unica europea la settimana scorsa, quando è stata superata la soglia di 1,15 franchi per 1 euro, gli analisti si sono interrogati circa una nuovo intervento della BNS sul mercato dei cambi.

La Banca nazionale si è infatti detta pronta a intervenire in caso di un rafforzamento eccessivo del franco. Gli averi in conti giro delle banche svizzere mostrano però che la BNS è stata poco attiva su questo fronte in luglio, ha affermato Thomas Flury, esperto di divise presso UBS.

Secondo gli ultimi dati pubblicati oggi, i depositi a vista presso la BNS sono diminuiti la settimana scorsa di 0,5 miliardi. I depositi della Confederazione e delle banche sono così passati da 579,1 miliardi a 578,6 miliardi.

top

“Una piccola insurrezione, di tanto in tanto, è una cosa buona e così necessaria nel mondo politico come i temporali in quello fisico. Previene la degenerazione del governo e alimenta una generale attenzione per la cosa pubblica.”

THOMAS JEFFERSON

 
Sponsors