• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Comunicati
martedì 15 agosto 2017.
Due nuovi casi di influenza aviaria presso Yverdon-les-Bains

Giovedì 10 agosto 2017 sono stati rinvenuti due cigni morti sul lago di Neuchâtel presso Yverdon-les-Bains (VD). Secondo i risultati di laboratorio, la causa della morte è il virus dell’influenza aviaria H5N8. Al momento l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria sta chiarendo con le autorità cantonali se vi sono altri casi.

I due uccelli in questione sono due giovani cigni reali ritrovati nell’ambito del programma ordinario per la sorveglianza degli uccelli selvatici. L’USAV collabora a stretto contatto con le autorità cantonali per scoprire se vi sono altri uccelli colpiti dal virus. In caso affermativo, si deciderà se sarà necessario emanare misure preventive.
Negli ultimi mesi in Europa sono stati rinvenuti casi ripetuti di influenza aviaria del tipo H5N8, da ultimo in Italia. Anche se il virus compare soprattutto nella stagione in cui vi sono intense migrazioni di uccelli selvatici, esso può colpire gli uccelli anche nelle altre stagioni.
Per tale motivo è necessaria grande attenzione anche da parte della popolazione: i detentori di volatili da cortile devono notificare i casi di morte sospetta di al proprio veterinario e tutti coloro che avvistano carcasse di volatili sono pregati di non toccarli e di rivolgersi agli organi di polizia o ai guardiacaccia.
Anche questa volta si tratta del virus del sottotipo H5N8, lo stesso riscontrato lo scorso inverno in Svizzera. Non esistono finora elementi per affermare che questo sottotipo sia trasmissibile all’uomo.
Quando vi saranno nuove conoscenze scientifiche, l’USAV informerà il pubblico al riguardo. 

top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors