• 10976 La Bregaglia a geografia variabile
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Lettere dei lettori
venerdì 18 agosto 2017.
Voglio bene a Roveredo!
di Renata Rigassi Codoni

Voglio bene a Roveredo, qualunque cosa significhi questo, ed al di là di qualsiasi ragione.
L’amore è irragionevole ma le decisioni che riguardano tutti “malgré l’amour” devono pur passare attraverso la riflessione, attraverso la ponderatezza.
Un cuore è fatto di due parti comunicanti, una parte aspira il sangue dal corpo per mandarlo ai polmoni, l’altra parte lo aspira dai polmoni per mandarlo al cervello, e in tutto il corpo poi. Un cuore in cui i vasi comunicanti presentano delle stenosi o restringimenti non funziona bene, né da una parte né dall’altra. E le vie della comunicazione a Rorè, sono stenotiche ma ci aspettiamo sempre che qualcun altro se ne occupi e diamo la responsabilità alla parte avversa. Si continua su questo algoritmo a portare avanti i propri sogni, le proprie aspettative, i propri interessi o quelli dei nostri amici rimanendo arroccati sul carro di prima scelta o salendo una volta su uno una volta sull’altro carro.
Se vogliamo un dibattito perché non lo creiamo? Ci sono persone esperte che si metterebbero a disposizione, possibilmente di idee diverse? Per spiegare, chiarire, permettere di maturare una decisone che sì, è importantissima per il paese, non solo per il futuro, ma pure per il presente, al fine anche di permetterci di imparare a dibattere – anche animatamente - e di smettere di arroccarci nelle nostre torri fatte di convinzioni limitanti.
Ognuno di noi probabilmente deve cedere una qualche pietra della torre, lo vogliamo o meno, difficile quando queste sono servite negli anni a tenere assieme le nostre certezze. La gente di Rorè ha quasi smantellato la torre di Bogian perché ha ritenuto più utile servirsene per la propria sopravvivenza quotidiana che lasciarla ai futuri cultori di una Cultura importante sì, ma astratta e fatta per la domenica.
Non abbiamo paura del dibattito, ma lo stesso dovrebbe avvenire soprattutto a tu per tu non per interposte istanze come fb o attraverso asfittici comunicati stampa.

top

Non è possibile o non è facile mutare col ragionamento ciò che da molto tempo si è impresso nel carattere.

Aristotele

 
Sponsors