• 12414 Buche!
  • 12302 I soliti ... cani!
Comunicati
giovedì 24 agosto 2017.
Roaming: assenza accordo europeo causa svantaggio turistico

(ats) Berna avvii rapidamente trattative per l’adesione all’accordo europeo sul roaming attribuendogli elevata priorità. È quanto chiede il Governo grigionese in una lettera inoltrata alla presidente della Confederazione Doris Leuthard. L’assenza di un’intesa causa alla Svizzera uno svantaggio concorrenziale turistico, in particolare rispetto ai Paesi confinanti, si legge in nota diffusa oggi dalla Cancelleria dello Stato dei Grigioni.

Liechtenstein, Norvegia e Islanda - Stati partner della Svizzera nell’Associazione europea di libero scambio (AELS) - si sono associati ai 28 Stati dell’Unione europea, che a giugno hanno stabilito importi massimi vincolanti per il prezzo all’ingrosso del roaming.

Secondo il Governo retico il fatto che la Confederazione non abbia aderito a tale accordo causa notevoli conseguenze per le destinazioni turistiche dei Grigioni. Se in destinazioni alpine estere i turisti possono infatti utilizzare i telefonini a tariffe usuali, in Svizzera devono invece far fronte a costi supplementari, talvolta anche molto elevati.

top

Ogni uomo può dire quante oche o quante pecore possiede, ma non quanti amici.

Cicerone

 
Sponsors