• 10976 La Bregaglia a geografia variabile
  • 10973 Cryptoeconomy
  • 10954 SCOUT DEL MOESANO - Si ricomincia ...
Politica
domenica 27 agosto 2017.
L’unione fa la forza!
Saluto del GC Manuel Atanes all’incontro con il CN Ignazio Cassis a Coira

Stimato onorevole Cassis,

Voglio anzitutto ringraziare l’onorevole Ignazio Cassis per aver accettato il nostro invito, mio e della Pro Grigioni Italiano, a partecipare a questo incontro in un periodo certamente denso di numerosi impegni. Un noto giornalista della RSI ha parlato una volta di Coira come della seconda capitale della Svizzera italiana. A mio modesto parere è un’osservazione molto azzeccata.
Pensando alla Svizzera italiana come al solo Canton Ticino o, quando si è fortunati, all’insieme del Ticino e del Grigionitaliano, molte volte si dimentica che molte decisioni che ci riguardano vengono prese al di fuori di questi territori. Lo sa bene la Deputazione grigionitaliana al Gran Consiglio retico che nell’ultimo anno ho avuto l’onore di presiedere. Se l’anno scorso abbiamo dovuto lavorare affinché un giudice di lingua italiana venisse eletto al Tribunale cantonale dopo un assenza che durava ormai da più di trent’ anni, l’anno prossimo dovremmo impegnarci contro l’iniziativa che vuole abolire l’insegnamento dell’italiano e del romancio – vale a dire delle due lingue cantonali minoritarie – nelle scuole elementari dei comuni del Grigioni tedescofono. Negli anni scorsi abbiamo seguito tutti con grande interesse il lavoro dell’intergruppo parlamentare “Italianità” presieduto da Ignazio Cassis a fianco della nostra Silva Semadeni e le diverse iniziative che questa “lobby dell’italiano” ha realizzato in favore della nostra lingua. Ne cito una tra tutte: potenziare la posizione della delegata federale al plurilinguismo e così migliorare anche la possibilità degli italofoni di essere assunti nell’Amministrazione federale e poter lavorare in un contensto lavorativo plurilingue. Essere presenti e rappresentati dove le decisioni vengono prese è una questione essenziale per le minoranze. Questo vale per l’amministrazione federale, ma vale soprattutto per il nostro Consiglio federale, l’istituzione che più di ogni altra incarna l’essenza della Svizzera come Willensnation. Molti tra noi appartengono alla generazione che ha un nitido ricordo di Flavio Cotti in Consiglio federale. Dal momento del suo ritiro, quella che inizialmente poteva sembrare un’assenza della Svizzera italiana limitata nel tempo si è trasformata in una mancanza protratta da ormai diciotto anni. Non voglio pensare a una generazione di giovani grigionitaliani che cresce, che impara a conoscere il nostro Paese e che, oltre a questa assenza in Consiglio federale, non ha neppure mai visto un italofono come alto funzionario dell’Amministrazione cantonale, come membro del Governo retico, e che ancora deve vedere la nostra lingua marginalizzata nelle scuole del resto del Cantone. Ringrazio la Pgi per aver organizzato questo incontro e avere dato la possibilità al Grigionitaliano di incontrare e di conoscere più da vicino l’onorevole Ignazio Cassis che – credo di interpretare il sentimento di tutti i presenti – sentiamo anche come nostro candidato. Non spetta a me dare consigli all’onorevole Cassis e tanto meno a chi adesso lo sta sostenendo nella sua candidatura. Posso solo riferire del nostro lavoro come Deputazione grigionitaliana in Gran Consiglio, con quello che vuole essere un augurio: L’unione fa la forza! Abbiamo raggiunto i nostri obbiettivi quando abbiamo saputo superare gli steccati ideologici, quando abbiamo cercato attivamente il sostegno dei nostri cugini romanci e di tutti coloro a cui sta a cuore il nostro plurilingusimo svizzero. Vi ringrazio per la vostra attenzione.

Manuel Atanes, Presidente della Deputazione grigionitaliana al Gran Consiglio retico

top

Pazienta per un poco: le calunnie non vivono a lungo.
La verità è figlia del tempo: tra non molto essa apparirà per vendicare i tuoi torti.

Immanuel Kant

 
Sponsors