• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Comunicati
giovedì 18 gennaio 2018.
Governi svizzera orientale contro "No Billag"

(ats) Un "sì" all’iniziativa "No Billag", in votazione il 4 marzo prossimo, metterebbe a rischio l’esistenza dell’offerta della SSR nonché di numerosi media privati elettronici, soprattutto nella Svizzera orientale trilingue, caratterizzata da varietà regionale e da particolarità politiche.

Per questi motivi, la Conferenza dei Governi della Svizzera orientale raccomanda di respingere la revisione costituzionale che mira ad abolire il canone radio-tivù.

Stando a una nota odierna della Conferenza dei Governi della Svizzera orientale - che riunisce Glarona, Sciaffusa, Appenzello Esterno, Appenzello Interno, San Gallo, Grigioni e Turgovia - l’iniziativa nuoce "in misura considerevole al panorama mediatico nazionale e regionale".

A parere di questi cantoni, non è inoltre possibile offrire un panorama mediatico diversificato basandosi unicamente su finanziamenti provenienti dagli abbonati e da pubblicità, soprattutto in territori di piccole dimensioni come la Svizzera orientale priva di un mercato sufficientemente grande per garantire una varietà di media.

top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors