• 13098 Marco Balzano a Grono
  • 13092 Italiano "Fuori Servizio"
  • 13079 Acci...dente!
Agenda
venerdì 19 gennaio 2018.
La Svizzera e la Seconda guerra mondiale nel Rapporto Bergier
Sabato 27 gennaio 2018, ore 17.30, Soazza

L‘Associazione ticinese insegnanti di storia , nata nel 2003 , promuove la cooperazione tra docenti di storia e in collaborazione con Giampiero Casagrande editore, ha deciso di pubblicare in lingua italiana monografie e raccolte inerenti la storia svizzera già apparse in lingua francese o tedesca, nella nuova collana « Atis / Quaderni di storia svizzera». Il primo volume dedicato al celebre Rapporto Bergier, sottolinea l’obiettivo della collana che mira a colmare le lacune storiografiche sulla storia elvetica e a diffondere tra un pubblico non specialistico, nonché tra gli insegnanti, i più recenti contributi della ricerca storica, al fine di meglio chiarire tematiche contemporanee.
L’opera di Pietro Boschetti si prefigge di dare una risposta ai numerosi interrogativi che a partire dai lavori della Commissione diretta dallo storico Jean-Francois Bergier hanno animato e ancora animano il dibattito pubblico e politico, attorno a interrogazioni del tipo: Come si è comportata la Svizzera durante la Seconda guerra mondiale? Quale politica è stata adottata verso i rifugiati e i fondi giacenti nelle banche elvetiche? Cosa sapevano le autorità e la popolazione del destino degli ebrei respinti alle frontiere? Quale è stato il ruolo della piazza finanziaria svizzera? È dunque possibile trovare le risposte e leggere una sintesi delle oltre 11’000 pagine redatte dalla Commissione Indipendente d’Esperti Svizzera – Seconda guerra mondiale in un testo arricchito da preziose immagini e corredato da un glossario generale. Per poterlo comprendere appieno e capirne la sua importanza la Pgi Moesano e il Centro Culturale di Circolo hanno invitato gli storici Maurizio Binaghi e Manolo Pellegrini che presenteranno l’opera sabato 27 gennaio alle ore 17.30, presso la sala del CCC a Soazza. Seguirà un rinfresco offerto durante il quale ci sarà la possibilità di acquistare il volume.

PDF - 2.9 Mb
Locandina
top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors