• 12249 Fastidi grass!
  • 12218 Perle a.USTRA.li
  • 12216 Salottino letterario a Bellinzona
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12170 Divertiamoci in Biblioteca
Lettere dei lettori
giovedì 8 febbraio 2018.
No Billag = No SRG!
di Duri Bezzola

Per poter capire questo progetto, che sarebbe disastroso per la nostra popolazione e il nostro Paese, occorre ricordare il testo dell’iniziativa.
L’iniziativa popolare chiede lo stralcio dell’art. 93 cpv. 3 della Costituzione federale e inserisce tre richieste principali:
1. L’abolizione del finanziamento pubblico delle emittenti SRG nonché delle emittenti localie e regionali.
2. L’abolizione dei canoni di ricezione.
3. La messa all’asta di concessioni per la radio e la televisione.
Il 75% della SRG, con SRF, RTS, RSI E RTR, è finanziata dal canone. Il 6% degli introiti generati dal canone è destinato a 34 emittenti radiotelevisive le quali, senza la quota proveniente dal canone, dovrebbero tagliare fino a 2/3 del proprio budget se l’iniziativa dovesse essere accolta. Ad esempio, oltre il 60% di Tele Südostschweiz e il 30-40% di Radio Grischa è finanziato dal canone.
Oggi, il 60% del mercato televisivo svizzero è assorbito da emittenti straniere, il 30% dalla SRG e il 7% dalle emittenti svizzere private. Nel caso di un’accettazione dell’iniziativa No Billag, non solo gli abitanti della Svizzera francese, italiana e retoromancia e le regioni periferiche del nostro Paese disporrebbero di molte meno informazioni regionali: un’offerta audiovisiva equilibrata sarebbe impossibile anche per tutta la Svizzera.
Oggi, circa 300 milioni di franchi degli introiti pubblicitari della SRG sono investiti nell’economia svizzera e nel giornalismo svizzero. Anche questo capitale finirebbe all’estero.
Anche la «strategia della punizione» è in questo caso inappropriata e pericolosa! Naturalmente la SRG deve adeguarsi, rivedere le sue offerte e migliorare. Se singoli programmi della SRG non sono adeguati, non è però necessario distruggere l’intera istituzione! Se la ringhiera del terrazzo di casa non piace più, basta sostituirla, non è necessario abbattere tutta la casa! L’iniziativa No Billag deve essere respinta in modo chiaro e univoco!

Duri Bezzola, ex consigliere federale, Scuol

top

“La presunzione è la nostra più grande nemica. Pensaci - ciò che ci indebolisce è il sentirci offesi dalle azioni o dalle malefatte dei nostri simili. Essere presuntuosi significa spendere gran parte della propria vita offesi da qualcosa o qualcuno.”

CARLOS CASTAÑEDA

 
Sponsors