• 12249 Fastidi grass!
  • 12218 Perle a.USTRA.li
  • 12216 Salottino letterario a Bellinzona
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12170 Divertiamoci in Biblioteca
Regionale
mercoledì 21 marzo 2018.
CRER: spiegate le direttive per la raccolta dei rifiuti ingombranti
di Lino Succetti


La problematica della raccolta dei rifiuti ingombranti è stata presentata da Stefano Ciocco, vicepresidente della CRER (Corporazione dei Comuni del Moesano per la raccolta e l’eliminazione dei Rifiuti), coadiuvato da Lino Succetti (membro del Comitato CRER) martedì 13 marzo nella sala del Centro regionale dei Servizi di Roveredo in un pomeriggio di informazione per gli addetti comunali.
Ciocco, che da diversi anni si occupa dell’organizzazione della raccolta e dello smaltimento rifiuti nel Moesano, ha specificato l’intento sia della CRER che dei Comuni nel tendere una mano verso gli utenti, sottolineando i progressi fatti e la buona gestione di diversi punti di raccolta. Ha però pure ricordato che in alcuni Comuni bisogna chiedere ancora maggior collaborazione, principalmente per questioni di sicurezza e nel rispetto delle direttive nella consegna dei rifiuti ingombranti, che per loro dimensione o natura non entrano nelle altre categorie di deposito.
Cosa viene raccolto come rifiuto ingombrante?
Mobili, tappeti, sci, materassi, scarponi, oggetti dell’economia domestica d’ogni genere che per dimensione o peso non entrano o arrischiano di rompere il sacco giallo RSU della CRER.
Cosa non viene raccolto ?
Tutti i rifiuti che fanno parte delle raccolte separate: i rifiuti solidi urbani (RSU), materiali e apparecchi elettrici (da consegnare direttamente ai rivenditori o presso la ditta Casso a Cama), batterie (dal 1.gennaio non più raccolte dalla CRER, ma consegnabili gratuitamente in ogni punto di vendita, come anche indicato su ogni pagina del Calendario CRER 2018), rifiuti destinati al riciclaggio o smaltimento speciale. Nessun sacco nero contenente rifiuti e nessun contenitore di liquidi.
Il pomeriggio di informazione e discussione si è svolto in modo positivo nell’nteresse di tutti a evitare malintesi o abusi, ancora purtroppo riscontrabili qua e là durante la raccolta dei rifiuti solidi urbani (RSU) e in modo particolare nella consegna dei rifiuti ingombranti, un approccio ancora in alcuni Comuni non molto corretto, che può causare importanti problemi già sui veicoli degli addetti alla raccolta, all’impianto di incenerimento dei rifiuti e di conseguenza finanziariamente ai Comuni stessi responsabili della raccolta. Per quanto riguarda la sicurezza e il controllo durante la raccolta dei rifiuti ingombranti, Ciocco ha evidenziato che:
- la sicurezza deve essere garantita e l’utilizzo della gru, se richiesto (costi a carico del Comune) deve essere ben gestito con i raggi d’azione della stessa conformi alle direttive (normative SUVA) e come richiesto dall’assuntore;
- il percorso per la vuotatura da parte degli utenti deve essere ben definito e in un unico senso di marcia);
- operatori non autorizzati e riciclatori non devono poter girare liberamente sulle piazze di scarico e devono pure essere evitati assembramenti di persone che scaricano incontrollati;
- gli addetti comunali responsabili dell’organizzazione della raccolta controllano il materiale trasportato nel rispetto delle direttive CRER e ACR (Azienda cantonale dei Rifiuti) e indirizzano dove depositarlo nei vari contenitori;
- è proibito depositare rifiuti pericolosi e non conformi alle direttive ingombranti, (bombole a gas, liquidi infiammabili, come pure altri liquidi devono essere smaltiti con i rifiuti speciali);
- il materiale da costruzione deve essere smaltito come tale (i comuni sono informati sulle domande di costruzione con l’obbligo di notifica dello smaltimento). Rifiuti provenienti da demolizioni e ristrutturazioni:
serramenta, pavimenti, grondaie, ecc., non sono ammessi e vanno consegnati alla ditta Casso di Cama (per i giorni d’apertura vedi calendario CRER);
- i mobili o i contenitori di grandi dimensioni devono essere presentati smontati, onde evitare la possibilità di “nascondere “ materiale non conforme all’interno. Questo anche per diminuire i trasporti dovuti all’ingombro che suddetti contenitori occupano;
- è proibita la consegna in sacchi o imballaggi chiusi. Ogni Comune può eventualmente valutare la possibilità permettere l’uso di sacchi trasparenti;
- il volume massimo totale di consegna per utente è di 1.5 m3 (1 m3 a Roveredo), con dimensioni massime di 180x100x50 cm e peso massimo di 50 kg per singolo oggetto. Rifiuti ingombranti eccedenti da quanto indicato vanno consegnati a pagamento direttamente alla ditta Casso di Cama (per i giorni d’apertura vedi calendario CRER);
- la plastica delle rotoballe e lana di tosatura non sono accettati;
- le aziende artigianali possono smaltire esclusivamente i loro rifiuti ingombranti comparabili ai rifiuti ingombranti prodotti dalle economie domestiche (esclusi i rifiuti provenienti dalle attività artigianali come ad esempio: scarti da lavorazione, imballaggi, apparecchi ripresi, ecc...);
- la raccolta del materiale elettrico esula dalla raccolta ingombranti.
Questo va riconsegnato gratuitamente ai rivenditori o nel centro di raccolta della ditta Casso a Cama.

Maggiori e più dettagliate informazioni si possono ottenere consultando il Calendario CRER o cliccando i siti web dedicati all’argomento:
http://www.crer.ch, https://www.rifiuti.ch, ecc.

A breve la CRER consegnerà ai Comuni come promemoria per gli utenti due cartelli illustrativi in grande formato, da esporre nei punti di raccolta, con le informazioni inerenti le varie possibilità e le regole nella raccolta o nel riciclaggio dei rifiuti.
top

“La presunzione è la nostra più grande nemica. Pensaci - ciò che ci indebolisce è il sentirci offesi dalle azioni o dalle malefatte dei nostri simili. Essere presuntuosi significa spendere gran parte della propria vita offesi da qualcosa o qualcuno.”

CARLOS CASTAÑEDA

 
Sponsors