• 12625 Purga ... torio!
  • 12588 Nidesh Lawtoo - IL FANTASMA DELL’IO
  • 12414 Buche!
  • 12302 I soliti ... cani!
Regionale
lunedì 4 giugno 2018.
Hans Peter Wellig

Sono nato il 13.06.61.
Ho frequentato le scuole dell’obbligo a San Bernardino/Mesocco ed in seguito ho svolto l’apprendistato di cuoco preso un noto albergo del locarnese. Ho frequentato la scuola alberghiera Belvoirpark a Zurigo ottenendo il diploma nel 1983.
Dal 1984 dirigo l’albergo Bellevue a San Bernardino e dal 2006 assieme a mia moglie pure l’Ostello e Centro nordico di San Bernardino.
Sono sposato con Simona ed assieme abbiamo due figlie di 18 e 22 anni.

Sono stato per 6 anni membro del consiglio scolastico delle scuole primarie, sec e sap di Mesocco e durante 4 di questi anni ne ero il presidente. Per almeno 3 legislature ho fatto parte del consiglio comunale di Mesocco del quale sono stato presidente per un anno.
Per 2 legislature ho fatto parte del municipio di Mesocco ed in rappresentanza dello stesso ero membro del direttivo di San Bernardino Vacanze.
Da quasi 3 anni sono presidente del CdA dell’Ente Turistico del Moesano.
Dal 2014 sono sostituto in Gran Consiglio per il Circolo di Mesocco

• Ho deciso di candidarmi come rappresentante diretto dopo aver avuto la possibilità e l’onore di rappresentare il Circolo di Mesocco durante gli ultimi 4 anni per ben 8 sessioni del parlamento grigionese, questo in qualità di supplente vista la dimissione dal Gran Consiglio del candidato diretto.
Durante queste sessioni ho imparato a conoscere molte persone ed a capire l’importanza di essere presenti a Coira in maniera “fissa”. Comincio ora a capire e conoscere i meccanismi che fanno muovere tutto l’apparato dello stato. Essere sovente presenti e sapersi “muovere” adeguatamente, non da ultimo grazie al fatto di conoscere abbastanza bene la lingua di Goethe, ti permette di essere più partecipe alla vita politica cantonale e di conseguenza di poter godere di maggiori attenzioni da parte degli altri colleghi del parlamento, del Governo cantonale e dei vari funzionari dell’amministrazione. Grazie a ciò i temi e le problematiche riguardanti tutta la nostra Regione hanno maggiori possibilità di essere proposte e trattate dalle varie istanze cantonali.
• Nel 2017 ho inoltrato 2 interpellanze, “società buca lettere nel Moesano” e “la A13 del San Bernardino non è l’alternativa al Gottardo”.
La prima ha avuto un impatto mediatico non indifferente, ed ha portato due dipartimenti cantonali con i rispettivi Consiglieri di Stato a dover intervenire su più livelli con i vari uffici affinché venissero instaurati migliori scambi di informazioni fra i vari uffici ed i vari dipartimenti come pure fra le istituzioni del nostro cantone e quelle del vicino Ticino. I primi risultati si stanno già avendo e sono fiducioso che la situazione grazie alle misure prese possa solo migliorare.
La seconda interpellanza riguarda il traffico e la sicurezza l’ungo la A13 tra Mesocco e San Bernardino. Il forte aumento del traffico di transito di questi ultimi anni ha provocato e provoca tutt’ora situazioni di estremo disagio per i cittadini del Moesano che percorrono la A13. Le continue informazioni di “Info strada” che invitano ad utilizzare la A13 sono assolutamente furi luogo e sproporzionate. Al minimo problema lungo l’asse del Gottardo si invita tutto il traffico, compreso quello pesante, ad utilizzare la via del San Bernardino.
La nostra autostrada non è in grado di sopportare questo estremo afflusso di macchine e camion.
Se la situazione non migliorerà e gli incidenti continueranno come negli ultimi anni sarà mia premura, se eletto a Coira, tornare alla carica con l’argomento. Il problema della lingua italiana nelle scuole del nostro cantone è un altro tema del quale il Gran Consiglio ed il popolo dovranno discutere e votare nel 2018. Spero che rimanga tutto come lo è ora e non si passi a dover insegnare l’inglese come prima lingua straniera al posto dell’italiano nella parte di lingua tedesca, questo sarebbe un grave colpo “all’italianità” e al trilinguismo del nostro cantone!
• Penso di potermi rendere utile alla mia Regione rimanendo vigile sui problemi che toccano la vita di tutti i giorni nel Moesano, avere orecchie ben aperte per chi vorrà darmi una mano a migliorare le cose e per conseguenza rendermi portavoce a Coira.


Giuseppe Russomanno
top

Mio nonno mi ha insegnato la lealtà e l’onestà.
Sarebbe bastato avere un nonno diverso e magari adesso sarei potuto essere un parlamentare.

(Flavio Oreglio)

 
Sponsors