• 13610 Che cactus è?
  • 13570 Street bottles art!
  • 13504 La strada del San Bernardino in mostra all’Ospizio
Politica
venerdì 30 marzo 2018.
No al miliardo di coesione! L’UE è una gabbia in cui la nostra economia potrà solo soffrire.

Il Partito Comunista prende posizione negativa nei confronti della decisione del Consiglio federale che ha approvato mercoledì l’avvio della procedura di consultazione per un secondo contributo di un miliardo di franchi da parte della Confederazione ad alcuni Stati membri dell’UE.

Il “miliardo di coesione” pagato dai lavoratori del nostro Paese finirà nelle casseforti di governi dell’Est Europa che hanno distrutto i loro Paesi, gettandoli nelle fauci della Banca Mondiale, dell’UE e della NATO. Esso è inoltre un subdolo modo per le multinazionali svizzere (sponsorizzate coi soldi di tutti noi) di saccheggiare il mercato est-europeo a loro piacimento.

Il Consiglio federale regalerà i nostri soldi a governi come quelli di Polonia, Ungheria, ecc. che finora hanno saputo solo privatizzare, tagliare le pensioni, reprimere i sindacati e spesso gettato sul lastrico i loro stessi cittadini. Altro che ridurre le disparità fra paesi, queste sono pie illusioni per indorare la pillola!

La Svizzera smetta di recepire passivamente i diktat dell’UE, riscopra la sua sovranità economica e investa piuttosto nell’area euroasiatica e nei paesi emergenti, a partire dai BRICS: lì sta il futuro! L’UE invece è una gabbia in cui la nostra economia potrà solo iniziare un inesorabile declino!

Partito Comunista

top

Una causa non buona diventa peggiore quando si vuole difenderla.

Publio Ovidio Nasone

 
Sponsors