• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Varie
martedì 3 aprile 2018.
Pellegrinaggio alla Madonna del Sasso della zona pastorale Valle Verzasca e Piano.
di don Carlo Vassalli

Pellegrinaggio ben riuscito alla Madonna del Sasso come ci comunica don Carlo Vassalli della parrocchia di Gordola e Lavertezzo Piano.



Era ancora buio lunedì 2 aprile (05.30), quando il primo gruppo di fedeli è partito dalla parrocchia di Gerra Piano. Verso le 6.30 l’arrivo sul sagrato della Chiesa Parrocchiale di Gordola per poi raggiungere e completare il gruppo alle 7 con i fedeli di Tenero. Erano più di 150 i fedeli, anziani e giovani, che si sono incamminati alla volta della Madonna del Sasso. Con l’alba che avanzava, sotto la benedizione del sole nascente - che non poteva ricordarci la risurrezione di Cristo - abbiamo meditato il cantico del Magnificat in quattro tappe e concluso il pellegrinaggio verso le 9.00 alla Madonna del Sasso, celebrando la Santa Messa, con gli altri pellegrini arrivati in auto. Una bella tradizione che, come ci ha ricordato don Cristian parroco di Tenero, è viva e giovane. Infatti erano molti i giovani e i ragazzi presenti. Ci vediamo l’anno prossimo, al lunedì dell’Angelo, per questo momento di preghiera, meditazione e cammino di Chiesa.
top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors