• 12037 Una donna alla guida!
  • 12022 Mozzi ... cani!
Fuori regione
martedì 8 maggio 2018.
Innovativa costruzione modulare con legno proveniente dai Grigioni
Attualmente a Coira vengono montati i primi moduli in legno di produzione grigionese per l’edificio provvisorio del Convitto.

L’elevata necessità di risanamento e lo standard non più al passo con i tempi del Convitto della scuola cantonale grigionese di Coira, costruito nel 1968, richiedono urgentemente una sistemazione completa. I lavori di costruzione inizieranno nell’agosto 2018, mentre la conclusione e la messa in esercizio sono previste per ottobre 2020. Per la fase del risanamento edilizio, sul sedime a ovest della sede scolastica Cleric, in zona centrale, sarà realizzato un edificio provvisorio che offrirà spazio per circa 100 allieve e allievi.

Un alloggio provvisorio all’interno del campus scolastico
L’edificio provvisorio è direttamente adiacente all’esistente mensa provvisoria. Con la messa in esercizio del nuovo edificio complementare mensa e mediateca nella Münzweg a fine 2017, l’edificio provvisorio adibito a mensa è risultato superfluo. Il padiglione in legno a piano singolo può essere sfruttato in maniera ideale senza grandi trasformazioni quale area di soggiorno. Insieme all’alloggio provvisorio verrà creato un nuovo alloggio temporaneo all’interno del campus scolastico.

Moderna costruzione modulare in legno dai Grigioni per i Grigioni
L’alloggio provvisorio pianificato e costruito da un’impresa che si occupa di costruzioni in legno grigionese verrà preso in locazione per 27 mesi. La moderna costruzione in legno su tre piani si contraddistingue per la sua chiara strutturazione in due ali abitative e un collegamento edilizio. La costruzione è stata realizzata con tecniche innovative e sostenibili. Su tre piani vengono complessivamente disposti 102 moduli di legno quali camere singole e doppie. Il pian terreno dispone in aggiunta di una zona amministrativa e di soggiorno. Tutti i moduli sono costruiti in base allo stesso schema e sono attrezzati quali camere o bagni. Vengono costruiti in un grande capannone con una catena di montaggio dotata della più moderna tecnica computerizzata. Gli interni completi, le installazioni dell’impiantistica, finestre e porte nonché i ripari dal sole vengono montati in precedenza. I moduli vengono unicamente posati sulle fondamenta di cemento preparate sul posto. In questo modo è possibile ottimizzare sensibilmente i tempi di costruzione e le spese di realizzazione. L’alloggio provvisorio verrà collegato alla rete di teleriscaldamento della città di Coira. In combinazione con la tecnica di costruzione a moduli in legno scelta, l’edificio risulta molto ecologico e sostenibile. A ciò contribuisce anche il fatto che i moduli dall’impiego diversificato possono essere riutilizzati. Vengono posti al centro dell’attenzione un elevato valore aggiunto all’interno del Cantone nonché la promozione di medie imprese.

Le spese per l’alloggio provvisorio ammontano a 2,9 milioni di franchi e sono comprese nel credito d’impegno del Gran Consiglio previsto per la sistemazione del Convitto. Il mobilio per 100 ospiti previsto per la sistemazione del Convitto verrà già acquistato per l’alloggio provvisorio, ottimizzando così le spese.

Una volta conclusa la sistemazione del Convitto, l’alloggio provvisorio verrà smontato. Il locatore dei moduli in legno prevede di destinare tali moduli a una nuova utilizzazione principalmente nel settore turistico e di fornire così un impulso all’avanguardia.

L’alloggio provvisorio verrà inaugurato e consegnato agli ospiti il 12 agosto 2018.

top

“Una piccola insurrezione, di tanto in tanto, è una cosa buona e così necessaria nel mondo politico come i temporali in quello fisico. Previene la degenerazione del governo e alimenta una generale attenzione per la cosa pubblica.”

THOMAS JEFFERSON

 
Sponsors