• 12845 "Volabass 4, fan ’na pell" atterra in Mesolcina
  • 12809 Un originale camping per rottami
  • 12803 Stalle Nacht
Comunicati
martedì 5 giugno 2018.
LA FRAZIONE SOCIALISTA SOSTIENE IL TRILINGUISMO E RESPINGE DECISAMENTE L’INIZIATIVA „PER UNA SOLA LINGUA STRANIERA NELLE ELEMENTARI“.

La Frazione socialista del Gran Consiglio si è trovata il 28 maggio a Coira per la preparazione della prossima Sessione. I lavori si sono tenuti sotto la direzione del Presidente della Frazione Conradin Caviezel e alla presenza del Consigliere di Stato Martin Jäger.

Uno dei temi principali è stato quello riguardante l’Iniziativa „Per una sola lingua straniera nelle elementari“. L’insegnamento delle lingue straniere nelle elementari provoca da anni discussioni. La Frazione ha discusso sia l’iniziativa che il controprogetto ed ha respinto all’unanimità entrambi.

L’iniziativa mette in pericolo il trilinguismo
La soluzione attuale permette a tutte le scolare e a tutti gli scolari del Cantone in tutte le regioni linguistiche di aver un insegnamento che segua lo stesso modello. L’Iniziativa, per contro, mette in pericolo la pace linguistica, in quanto svantaggia gli allievi di lingua romancia e quelli di lingua italiana. A differenza dei coetanei tedescofoni essi avrebbero un insegnamento obbligatorio in inglese solo a partire dal ciclo superiore della Scuola dell’obbligo. L’Iniziativa sta esattamente all’opposto rispetto alla Cultura e all’Identità trilingue del nostro Cantone. Affinché l’Iniziativa possa venir attuata in conformità della legge , si dovrebbero intraprendere numerosi cambiamenti di carattere organizzativo, i cui costi ricadrebbero sui comuni.

Il Controprogetto rinforza il „caso speciale grigioni“
Il Controprogetto prende pure in considerazione l’insegnamento di una sola lingua straniera nelle elementari. A differenza dell’Iniziativa non mette però in pericolo il trilinguismo. La Controproposta rinforzerebbe però il „caso speciale grigioni“ e il nostro sarebbe l’unico Cantone svizzero , nel quale si inizierebbe l’insegnamento dell’inglese solo nel ciclo superiore della Scuola dell’obbligo. Alla fine dell’obbligo scolastico, secondo le disposizioni della conferenza die Direttori della Pubblica educazione (CDPE), anche le nostre scolare e i nostri scolari dovrebbero raggiungere le stesse competenze in una seconda lingua nazionale e in inglese. Per raggiungere questo traguardo l’insegnamento dell’inglese dovrebbe venir massicciamente potenziato a discapito dell’insegnamente delle materie matematiche e scientifiche che dovrebbero venir potenziate nel ciclo elementare.

Il Partito socialista è sempre aperto ad un miglioramento dell’insegnamento delle lingue straniere, privilegiando però il „Come“ e cioè l’aspetto della didattica e dello scambio linguistico all’interno del Cantone, in modo da rendere più vicina agli allievi la lingua del vicino.

CPI sul Cartello delle costruzioni
In seguito si è discusso anche sulla proposta della Commissione della gestione di istituire una Commissisone parlamentare d’inchiesta sul Cartello delle costruzioni. La Frazione appoggia all’unanimità questa proposta al fine di avere una ricostruzione fedele degli avvenimenti.

Ulteriori informazioni:
Conradin Caviezel, Presidente frazione socialista 078 808 58 50

top

“Non possiamo controllare le malelingue degli altri; ma una vita retta ci consente di ignorarle.”

Catone il Censore

 
Sponsors