• 12341 Mar sporco!
  • 12302 I soliti ... cani!
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
Politica
martedì 5 giugno 2018.
Quali i criteri di nomina per il Consiglio della banca cantonale Grigionese?
Luca Tenchio interroga il governo

Nella sessione di giugno l’esecutivo cantonale è stato chiamato a rispondere alle domande contenute in un’interrogazione inoltrata dal deputato popolare democratico di Coira. Il Consiglio di banca della Banca Cantonale Grigione è il supremo organo dell’istituto.

L’organo si compone di sette membri, svolge attività di vigilanza e controllo sulla Direzione generale e stabilisce l’orientamento strategico, la politica di rischio della Banca nonché l’ordinamento normativo fondamentale. Inoltre nomina i membri della Direzione nonché il responsabile della revisione interna. Dal 1° gennaio 2016 il Governo nomina i membri del Consiglio di Banca. Secondo l’art. 15 cpv. 1 della Legge sulla Banca cantonale grigione. I membri «devono godere di un’ottima reputazione e garantire un’attività commerciale ineccepibile».

Recentemente il Governo ha nominato in sostituzione dell’avvocato Fabrizio Keller, di Grono, a seguito del raggiungimento del periodo di carica massimo previsto dalla legge, la Signora Ines Pöschel, primo membro femminile nel consiglio. La signora Pöschel, tedescofona, è domiciliata a Zurigo e cittadina di Winterthur. Nel suo comunicato stampa del 29 maggio 2018 il Governo afferma in merito che il costante rinnovo «avviene in conformità alle direttive dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA e al profilo dei requisiti posti al Consiglio di banca.»

Una scelta che ha spinto il deputato di origini mesolcinesi e poschiavine a porre all’esecutivo cantonale una serie di interrogativi. Luca Tenchio ad esempio chiede se il Governo non ha ritenuto che ci fossero candidati con i requisiti richiesti, residenti nel Cantone. E se sì, quali sarebbero i requisiti che i candidati retici non avrebbero ottemperato? Il Governo, nell’ambito della composizione del Consiglio di banca della BCG -rispettando ovviamente i requisiti professionali e di indipendenza- non dovrebbe mirare ad una composizione equilibrata? Non solo dal punto di vista dei sessi ma anche tenendo in debita considerazione tutte le regioni linguistiche del Cantone e il luogo di residenza.

M.A.T

top

C’è più imbecilli tra i dotti che tra gli ignoranti: più villanie si commettono in città che in campagna: più barbarismi diconsi nelle accademie che nel mercato: più atti di barbarie si fanno in gente incivilita che in barbara.

Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

 
Sponsors