• 12271 Roveredo - 100 Pan e nos
  • 12249 Fastidi grass!
  • 12218 Perle a.USTRA.li
  • 12216 Salottino letterario a Bellinzona
  • 12188 Andrea Vitali a Grono
  • 12170 Divertiamoci in Biblioteca
Politica
venerdì 29 giugno 2018.
San Vittore: Assemblea comunale
di Nicoletta Noi-Togni

Conto annuale 2017
Con soddisfazione ho preso atto, la sera del 25 giugno 2018, della buona presenza di cittadine e cittadini all’Assemblea comunale di San Vittore. E con molta soddisfazione ho presentato, alla stessa Assemblea, il conto annuale 2017 che a fronte di un avanzo d’esercizio preventivato di Fr. 205’065.- ha fatto registrare una maggior entrata di Fr. 1’199’904.-
L’ex stazione della BM
Finanze del Comune in ottimo stato quindi che pero’ non sono riuscite, insieme alla competente e dettagliata illustrazione del progetto da parte della vicesindaca Aixa Andreetta, a far accettare all’Assemblea il credito di 770’ 000 franchi per la ristrutturazione dello stabile dell’ex stazione ferroviaria che sta cadendo letteralmente in rovina. Stabile questo acquistato dal Comune per 230’000 franchi nel 2005 e lasciato al suo destino fino ad oggi. E stabile alla riparazione del quale, dall’inizio legislatura (primo gennaio 2017) il nuovo Municipio in carica, sta lavorando. Al punto che una precedente Assemblea comunale (25 settembre 2017) aveva gia’ accettato la richiesta del Municipio per un credito di progetto di 27 000 franchi. Richiesta corredata da spiegazioni anche sulla destinazione da dare allo stabile in questione. Su questa base anche il progetto allestito e presentato all’Assemblea del 25 giugno u.s. Che a sorpresa pero’ e malgrado ci fossero tutte le premesse per un’accettazione del credito di progetto ha, con 28 voti contrari e 28 favorevoli (Statuto comunale e Leggi cantonali decretano che a parita’ di voto le proposte non vengano accettate) deciso di non accordare il credito necessario all’opera. I contrari hanno contestato la destinazione - il progetto intende mantenere la sostanza storica dell’edificio integrando elementi turistici, vista anche la concomitanza con la pista ciclo-pedonale e dando la possibilita’di vendita ed esposizione ai produttori locali come anche l’usofrutto delle sale ad associazioni e societa’- chiedendo invece la costruzione nella stazione di una scuola per l’infanzia. Richiesta che esula dalla pianificazione attuale e richiederebbe quindi un lungo iter pianificatorio e una modifica importante dello stabile con costi che raggiungerebbero i 2 milioni. Cio’ intralcerebbe la prevista costruzione di una scuola che conglobi scuola elementare e scuola dell’infanzia, permettendo sinergie e modelli di insegnamento attuali. Un disegno che il Municipio intende perseguire e destinato a consolidarsi prossimamente. Sempre che i cittadini lo vogliano.
In conclusione:
L’esito della votazione e discussione assembleare di lunedi 25 giugno non lascia troppo ben sperare. Sicuro per intanto e’ il deperimento della stazione con possibile cedimento dei suoi elementi. Cio’ significa, oltre alla perdita di una testimonianza del passato, gettare al vento i 230 000 franchi dell’acquisto. Sia chiaro che per queste perdite il Municipio attuale non detiene ne’ responsabilita’, ne’ colpa. Perche’ ha fatto tutto quanto in suo potere finora per mantenere un edificio storico, per offrire ai produttori locali la possibilita’ di vendita, agli enti ed alle societa’ del paese locali di ritrovo e, non da ultimo, per cercare di abbellire il paese di San Vittore.

Nicoletta Noi-Togni, sindaca di San Vittore

top

“La presunzione è la nostra più grande nemica. Pensaci - ciò che ci indebolisce è il sentirci offesi dalle azioni o dalle malefatte dei nostri simili. Essere presuntuosi significa spendere gran parte della propria vita offesi da qualcosa o qualcuno.”

CARLOS CASTAÑEDA

 
Sponsors