• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Regionale
sabato 11 agosto 2018.
Grono/La Brevine - Gemellaggio in bicicletta

Mens sana in corpore sano dicevano i latini! Ma ... una biciclettata oltre che a far bene alla salute rafforza i vincoli e predispone all’incontro come è successo alle comunità di Grono e di La Brevine.

Mercoledì 8 agosto 2018 è iniziato a La Brévine/NE il progetto climatico-sportivo a scopo benefico a favore dell’Associazione Parkinson Svizzera denominato “Temperature in sella”. La prima tappa di 84 km prevedeva lo spostamento dalla “Siberia della Svizzera” fino alla Capitale Federale. La seconda tappa in programma il 9 agosto da Berna (Piazza federale) fino a Meiringen/BE per un totale di 88 km. Il giorno successivo la tappa più impegnativa (69km), attraverso il passo del Grimsel e del Furka, così da raggiungere in serata la località di Hospental/UR. Nella tappa conclusiva (92 km), sabato 11 agosto, le ultime fatiche scalando la via delle genti del San Gottardo raggiungendo Airolo/TI, il primo Comune al sud delle Alpi. In seguito, discesa lungo la Leventina e la Riviera, raggiungendo, dopo 333 km, il Comune più caldo della Svizzera, Grono/GR, nel tardo pomeriggio.

L’evento ha lo scopo di unire i due estremi climatici svizzeri (La Brévine –41.8°C, 1987; Grono 41.5°C, 2003), promuovere la mobilità lenta e la pratica di una sana attività sportiva. Il progetto gode del supporto istituzionale di MeteoSvizzera e dell’Associazione Parkinson Svizzera.

Ecco alcuni momenti significativi dell’avvenimento che è servito, come ha detto il sindaco di Grono, ad unire due comunità!



L’arrivo trionfale dopo una lunga pedalata



Il saluto della vice sindaco Dolores Zoppi



Un saluto a suon di ... corni



Anya Censi tra i due sindaci delle due comunità



La scoperta del sasso dono della ditta Alfredo Polti SA



La calorosa stretta di mano dei due sindaci a suggello del gemellaggio

Alle ore 19:00 tutti a Verdabbio alla Sagra di San Lorenzo dove c’è la possibilità di cenare… con musica!
top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors