• 12413 Colpo si sole!
  • 12302 I soliti ... cani!
Politica
mercoledì 15 agosto 2018.
Il Governo licenzia il messaggio relativo alla revisione totale della legge sulle scuole medie

Il Governo ha licenziato il messaggio relativo alla revisione totale della legge concernente le scuole medie del Cantone dei Grigioni a destinazione del Gran Consiglio. Con la legge sulle scuole medie sottoposta a revisione totale si intende creare la base, in considerazione dei mutamenti demografici, per consentire anche in futuro ai giovani grigionesi di svolgere una formazione decentralizzata presso una scuola media superiore.

La revisione totale della legge sulle scuole medie trova la propria base nel programma di Governo 2017-2020 e mira a conservare il più possibile la valida struttura delle scuole medie superiori con una scuola media superiore cantonale in una o più sedi nonché con scuole medie superiori decentralizzate organizzate su base privata e sostenute dal Cantone mediante contributi.

Mandati di prestazioni per scuole medie superiori
Oltre alla rettifica strutturale del testo di legge più volte sottoposto a revisione parziale, la revisione totale vuole in particolare stabilire i mandati di prestazioni per le scuole medie superiori quale elemento di gestione strategica. Il Cantone deve poter intervenire tempestivamente, qualora ad esempio una scuola media superiore privata non sia più in grado di proseguire l’attività autonomamente. È inoltre prevista la creazione della base legale affinché il Cantone possa erogare un contributo forfetario per allievi grigionesi alloggiati presso un pensionato di una scuola media superiore privata.

Il progetto ha tenuto conto di diversi feedback
Il progetto e il suo obiettivo fondamentale hanno trovato ampio sostegno durante la fase di consultazione. Nel disegno ora disponibile è stato possibile inserire alcuni feedback pervenuti dai complessivi 54 partecipanti alla consultazione. Il disegno di legge è stato elaborato sulla base delle prese di posizione giunte durante la consultazione in modo tale che, per quanto possibile, si tenga opportunamente conto delle esigenze relative alla salvaguardia della libertà imprenditoriale delle scuole medie superiori private. Ciò riguarda ad esempio la rinuncia al divieto di un orientamento agli utili, ma anche la cancellazione della destinazione vincolata della forfetaria d’investimento. In cambio le scuole medie superiori private dovranno essere obbligate a costituire riserve a destinazione vincolata nella misura del 15 per cento delle spese salariali annue, comprese le prestazioni sociali, al fine di poter garantire la copertura delle spese correnti per un periodo limitato in caso di difficoltà finanziarie. In generale sono state adeguate e disciplinate con maggiore precisione le competenze e la procedura nella gestione di scuole medie superiori private che si trovano in difficoltà finanziarie nonché in relazione a un’eventuale costituzione di ulteriori scuole medie superiori con ente responsabile cantonale. Per l’erogazione di contributi cantonali a favore di pensionati di scuole medie superiori private viene proposto un avvicinamento alle disposizioni vigenti per la formazione professionale. Si intende così mirare alla maggiore parità di trattamento possibile dei giovani durante la loro formazione nel grado secondario II.

Il dibattito in Gran Consiglio relativo all’affare è previsto per la sessione di ottobre 2018. Secondo quanto previsto, la nuova base giuridica dovrebbe entrare in vigore il 1° agosto 2019.

top

“Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è politica. Sortirne da soli è avarizia.”

Lorenzo Milani

 
Sponsors