• 12413 Colpo si sole!
  • 12302 I soliti ... cani!
Regionale
mercoledì 5 settembre 2018.
Ricucitura, una votazione di menti confuse grazie alla democrazia diretta.

In passato, ho sottoscritto una raccolta firme la quale invitava, commissione e Municipio, a non impegnarsi con la ditta Alfred Müller prima di avere messo in visione il progetto, questo perchè credevo in chi mi ha sottoposto la questione e nell’istituzione comunale.

Il progetto, è poi stato posto in consultazione al consiglio comunale, il quale lo ha votato all’unanimità, con la conseguenza del lancio di un referendum, giusto rispetto della legge, che contempla la nostra democrazia.
A referendum riuscito, ecco la conferma della votazione prevista per il 23 settembre p.v.
Fin quí nulla di confusionario, sembra che i cittadini hanno idee chiare. Il 23 settembre, si vota per, se vendere o no dei terreni comunali ad una società privata, necessari per il completamento del progetto in corso. La confusione, inizia a nascere quando il gruppo “un Cher per RORÈ” ,usando i social, striscioni, Messenger, (messaggi privati), invitano a votare e far votare amici e parenti al NO; usando una marea di numeri matematici su ipotetici costi dei terreni, spaziando da Fr/mq 800.- a Fr/mq 78.-, completando poi con le ultime news, cioè, il gruppo un Cher per RORÈ sostiene di avere le alternative al progetto.
Le loro proposte, spaziano dalla costruzione del centro sportivo, alla casa per anziani, ad aree pubbliche in centro paese ecc. (vedi anche il testo del 02.09.2018 sul Moesano). Naturalmente con i costi di realizzazione tutti a carico del comune.

Ora mi chiedo, sappiamo tutti che abbiamo il moltiplicatore pari al 115 % e, per forza di cose, purtroppo salirà ancora. Sappiamo che il comune avrà delle entrate sotto forma di sussidi o compensazioni, ma è sotto gli occhi di tutti il fatto che sul territorio comunale abbiamo seri problemi con le infrastrutture, sia sopra che sotto struttura (rammento solo l’anello stradale, all’Sant - San Giuli - Neer - Pianezz - San Fedee - Piazza), dove non esiste nessun marciapiede e la pavimentazione stradale, non fa invidia neanche alla strada de“ bassa” fra San Vittore e Lumino, per non parlare dell’illuminazione e la sicurezza tragitto scuola-casa, sempre nella strada citata.
Il centro sportivo, non è forse meglio che lo coordini la Regione mettendo d’accordo i comuni della bassa valle, (un centro per più comuni?, o pensate sia un’ utopia?)
Sono fermamente convinto che, il prossimo legislativo ed esecutivo (se vogliamo in futuro avere un paese bello e allettante), debba lavorare tanto, ma, la ricucitura non deve essere il tema principale, anzi non dovrebbe neanche più essere un tema.
Quale cittadino, non esprimo il mio parere su come votare, ma desidero semplicemente che tutti gli aventi diritto di voto, si rechino alle urne, con la mente libera di decidere quale espressione dare al loro voto, senza ascoltare e leggere quanto sta succedendo in queste settimane, perchè guardando i social o girando per Rorè, mi sembra di essere nel bel mezzo di una campagna elettorale americana e di conseguenza mi chiedo, ma perché tanto accanimento? È veramente solo per il bene del paese o c’è dell’altro?

Rechiamoci alle urne, ma votiamo semplicemente con la nostra testa e non con il pensiero degli altri.

Moreno Lussana

top

“Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è politica. Sortirne da soli è avarizia.”

Lorenzo Milani

 
Sponsors