• 12845 "Volabass 4, fan ’na pell" atterra in Mesolcina
  • 12809 Un originale camping per rottami
  • 12803 Stalle Nacht
Politica
domenica 23 settembre 2018.
Roveredo, "ricucitura" legittimata da referendum popolare

(ats) "RoveredoViva", il progetto della società immobiliare Alfred Müller per la riurbanizzazione del centro di Roveredo (GR), diventerà realtà: il referendum contrario alla vendita al gruppo di Zugo, da parte del Comune, dei terreni su cui scorreva l’A13 ha visto 702 voti a favore dell’operazione contro 538 contrari.

Il consiglio comunale si era espresso in modo unanime lo scorso luglio sulla vendita dei fondi, circa 10’000 metri quadrati, alla Alfred Müller AG, per la riurbanizzazione dopo l’eliminazione del tracciato autostradale. Il progetto "RoveredoViva" fu selezionato nel 2016 dopo un concorso di progettazione e approvato dalla popolazione in votazione consultiva nel gennaio 2017.

L’investimento da parte del gruppo immobiliare supera i 60 milioni di franchi: ai 550 mila franchi per l’acquisto dei terreni si aggiungono opere pubbliche come fognature, illuminazione, piazze ecc., un autosilo con 80 parcheggi a uso misto pubblico e privato, un’area commerciale ed una residenziale, oltre a ulteriori 15 appartamenti destinati in particolare alle esigenze degli anziani.

La raccolta firme per il referendum contro la decisione del Comune (riuscita con 315 firme, cento in più di quelle necessarie), era stata avviata a luglio dal movimento apartitico "Un cher par Rorè" (un cuore per Roveredo), il quale definiva l’operazione una "svendita di pregiato terreno pubblico" (230 franchi/mq) e contestava il fatto che il progetto di un nuovo quartiere residenziale non rispondesse a una reale necessità della comunità e che la privatizzazione avrebbe generato perdite e mancati incassi per il Comune.

Soddisfatto del risultato il sindaco Alessandro Manzoni che, dichiara a Keystone-ATS, non ha mai dubitato del risultato e secondo il quale "l’esito delle urne parla chiaro". L’anno prossimo, aggiunge, ci sarà la presentazione definitiva del progetto con l’obiettivo di terminare i lavori entro il 2024, variabili permettendo.

La storia in breve

Roveredo è stato diviso in due dalla A13 dal 1969 al 2016. Lo spostamento dell’autostrada in galleria fu deciso dal Consiglio federale nel 1998. I lavori di circonvallazione sono stati ultimati a novembre 2016 e i seguenti lavori di demolizione delle infrastrutture autostradali lungo il vecchio tracciato sono in dirittura d’arrivo. I sedimi dismessi dell’autostrada sono stati ceduti dalla Confederazione al Comune ad inizio giugno 2018.

Nel 2014 il Comune di Roveredo si è dotato tramite votazione popolare di una variante pianificatoria che suddivide l’area liberata dall’autostrada in varie zone di utilizzazione. Al momento il Comune risulta proprietario di una superficie complessiva di oltre 28’000 m2 al centro del paese. I fondi che si intendono cedere alla Alfred Müller AG sono i ca. 9?900 m2 in zona ampliamento nucleo, mentre tutti gli altri sedimi resteranno di proprietà del Comune.

top

“Non possiamo controllare le malelingue degli altri; ma una vita retta ci consente di ignorarle.”

Catone il Censore

 
Sponsors