• 12845 "Volabass 4, fan ’na pell" atterra in Mesolcina
  • 12809 Un originale camping per rottami
  • 12806 Tredicesima
Fuori regione
martedì 25 settembre 2018.
Nuovo carcere salva ufficio postale di Cazis

(ats) L’ufficio postale di Cazis (GR) è salvo almeno fino al 2020: secondo La Posta il nuovo penitenziario che entrerà in funzione nella località grigionese nel 2019 potrebbe avere effetti positivi sulla frequentazione della filiale, che rientrava tra le 20 "da verificare" sul territorio grigionese, la cui permanenza non era garantita.

Se l’equazione "filiali da verificare = chiusura" sembrava una certezza, a detta del sindacato dei media e della comunicazione Syndicom e stando alle chiusure finora confermate, l’ufficio di Cazis rappresenta finora un’eccezione. A rendere la succursale in questione "speciale" è il nuovo istituto carcerario di Cazis la cui messa in funzione è prevista nel quarto trimestre del 2019 e che, comunica la Posta in una nota odierna, potrebbe avere effetti positivi sull’utilizzo dell’ufficio da parte degli utenti.

Di concerto con il Comune, La Posta ha pertanto deciso di garantire il funzionamento della filiale sino alla fine del 2020, continuando in questo periodo a monitorarne l’attività e la frequentazione per deciderne la sorte a partire dal 2021.

La situazione nei Grigioni

Nell’ambito della riorganizzazione degli uffici postali, per quanto riguarda i Grigioni, La Posta aveva comunicato a maggio 2017 che le filiali garantite fino al 2020 sul territorio cantonale erano 32, per altre 3 era già stata decisa la chiusura e sostituzione con altro tipo di punti di accesso ai servizi postali (Trimmis, San Bernardino e Churwalden) e per altre 20 (oggi 19 senza Cazis) il proseguimento dell’attività era "da valutare". Il futuro di queste ultime, aveva spiegato il gigante giallo, sarebbe stato deciso caso per caso, dopo consultazioni con i Comuni e puntando ad un mix tra uffici postali e "punti di accesso ai servizi" che forniscano il miglior approvvigionamento possibile (servizio porta a porta, filiali partner, sportelli automatici My Post 24).

Fino ad ora, di quei 20 da valutare, gli uffici postali "sostituiti", ma di fatto chiusi nei Grigioni sono 5: Tomils, Obersaxen, Versam, Vals e Zuoz. Per altri 5, ha dichiarato oggi a Keystone-ATS Markus Werner, dell’ufficio comunicazione della Posta, è stata già decisa la chiusura con sostituzione ma concretamente ciò non è ancora avvenuto e si tratta degli uffici di Bivio, Celerina, Sedrun, Silvaplana e Santa Maria Val Müstair. Per quanto riguarda i restanti 9 da verificare, ha detto Werner, non è stata ancora presa alcuna decisione.

top

“Non possiamo controllare le malelingue degli altri; ma una vita retta ci consente di ignorarle.”

Catone il Censore

 
Sponsors