• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Fuori regione
martedì 16 ottobre 2018.
Gran Consiglio - Sessione di ottobre 2018
di Nicoletta Noi-Togni

ORA DELLE DOMANDE
concernente le conseguenze delle operazioni di rinaturalizzazione sul territorio

Importanti operazioni di rinaturalizzazione sono tuttora in corso - e proseguono verso il Ticino - sull’argine della Moesa in territorio di San Vittore. Numerosi alberi sono stati sacrificati a questo scopo, il terreno è stato scavato in profondità, la primaria fisionomia del luogo è irriconoscibile.

Malgrado il fatto che promotrice e conduttrice di queste operazioni sia la Confederazione, formulo le seguenti domande all’indirizzo del Governo cantonale:

1) Questi cambiamenti, soprattutto quelli a livello di territorio vero e proprio, tengono conto della proiezione dei cambiamenti atmosferici in atto che prevedono estati sempre più torride e mesi autunnali e primaverili caldi, ciò che può significare mancanza d’acqua per i canali che sono stati scavati artificialmente, con proliferazione di zanzare e microorganismi patogeni e pericolosi per l’uomo?

2) Verrà la popolazione in futuro privata della fruibilità di queste zone nelle quali fino a poco tempo fa ha potuto liberamente passeggiare, fare jogging, andare in bicicletta, giocare e fare altri sport e questo su chilometri e chilometri di lunghezza (paradigma “Grigioni in movimento”)?

3) A proposito dei costi: chi si assumerà l’onere dei costi di manutenzione o di rifacimento di questa grande parte di territorio e come si giustificano i tanti milioni investiti per opere che preoccupano seriamente la popolazione?

top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors