• 12740 Grono - Mercatino San Clemente
  • 12726 Cose strane ... scusate ... scale strane!
  • 12691 Autunno
Fuori regione
domenica 28 ottobre 2018.
Neve e pioggia abbondanti: disagi soprattutto nei Grigioni

(ats) Dalla scorsa notte la regione alpina è stata interessata da abbondanti precipitazioni. La neve, caduta fino a 500 metri sul livello del mare, è stata particolarmente abbondante nei Grigioni, dove ha creato disagi al traffico, soprattutto ferroviario. Ad Arosa, situata a oltre 1700 metri di quota, il manto bianco ha raggiunto 72 centimetri, il record svizzero odierno per un insediamento.

I fiocchi sono stati fitti soprattutto nelle Alpi orientali, ha spiegato a Keystone-ATS un collaboratore dell’Ufficio federale di meteorologia e climatologia (MeteoSvizzera). Oltre che ad Arosa, la neve è stata particolarmente copiosa nella regione di Landquart (GR) e nel canton Glarona. In vaste regioni dei Grigioni al di sopra dei 1200 metri di altitudine la coltre bianca ha raggiunto uno spessore compreso tra 30 e 70 centimetri.

Una situazione che ha compromesso il traffico in generale e il servizio della Ferrovia retica (RhB) in particolare. Su diverse linee i treni non hanno potuto circolare. I principali disagi sono stati registrati sulla linea dell’Albula Thusis-Tiefencastel-Filisur-St. Moritz, dove non è stato possibile organizzare un servizio sostitutivo di autobus.

Anche la linea St. Moritz/Pontresina-Samedan-Scuol è stata interrotta, ma le varie località erano raggiungibili con torpedoni. Problemi nelle prime ore del mattino anche per la tratta Arosa-Coira. La circolazione dei treni è risultata bloccata anche per il Bernina Express Coira-Tirano (I) e Davos-Tirano.

Anche i convogli della compagnia Matterhorn Gotthard Bahn, la cui rete si estende da Disentis (GR) a Zermatt (VS), hanno dovuto fare i conti con la neve.

La situazione sul fronte meteorologico rimarrà tesa anche nei prossimi giorni, in particolare in Ticino, dove sono previste intense piogge. Anche il Vallese è in allarme e la polizia raccomanda cautela alla popolazione, si legge in un comunicato diramato questa sera.

top

“Vi sono momenti, nella Vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre.”

ORIANA FALLACI

 
Sponsors