• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Regionale
sabato 17 novembre 2018.
Cà Rossa Grono nuova vita?

Inaugurata venerdì 16 la mostra dei progetti elaborati da un gruppo di studenti di architettura d’interni della SUPSI.

"Dopo alcuni anni difficili il nostro storico edificio è finalmente tornato a vivere. Negli ultimi 6 mesi si è instaurata un’ottima collaborazione con gli studenti di architettura d’interni della SUPSI che hanno studiato in ogni minimo dettaglio la storica casa."



Il sindaco di Grono Samuele Censi, giustamente orgoglioso dei risultati raggiunti, nel dare il benvenuto ai presenti ha anche ricordato come si è arrivati, dopo il periodo delle società fantasma, alla cerimonia di laurea di un gruppo di studenti svoltasi proprio nella famosa Cà Rossa e al susseguente loro incarico di elaborazione di progetti per dare nuova vita ad un edificio che è uno dei simboli più prestigiosi di Grono!



Il professore Pietro Vitali che accompagnava i neo architetti ha avuto parole di elogio sia nei riguardi dei suoi allievi che del Municipio di Grono che nonostante tutto intende ridare lustro ad un edificio, tra l’altro ben conservato, e che con opportune modifiche può ancora riacquistare il prestigio di un tempo!



Una parte del gruppo di studenti che si è cimentato nell’impresa non facile di studiare le diverse possibilità di rinascita dell’edificio che risale al 1721.
top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors