• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Politica
lunedì 19 novembre 2018.
Elezioni Consiglio comunale Roveredo, 2 dicembre 2018 – Lista RorèEtica
di Silva Ponzio

Care compaesane e cari compaesani,
desidero ringraziarvi, di vero cuore, per la fiducia che avete deciso di accordare a me, a Céline Dolfini e a Tiziano Martinelli in occasione delle elezioni del Municipio e del Consiglio scolastico del 28 ottobre scorso. Vi ho promesso apertura, dialogo e rigore e rispetterò quanto affermato in campagna elettorale, cercando di fare il miglior lavoro possibile insieme agli altri colleghi dell’Esecutivo e ricordando soprattutto di ascoltare attivamente la vostra voce.
Il 2 dicembre si torna alle urne per eleggere il nuovo Consiglio Comunale; RorèEtica si ripresenta con una propria lista di candidati, che vi invito calorosamente a sostenere con lo stesso entusiasmo con il quale avete sostenuto noi! Anche in questo caso, infatti, le parole d’ordine saranno collaborazione e una politica incentrata sulle persone.
Sin dall’inizio di questo percorso abbiamo voluto attribuire la massima importanza al tema della trasparenza; per tale motivo, anche in occasione delle imminenti elezioni del Legislativo comunale desideriamo comunicarvi i temi che maggiormente ci stanno a cuore, così da permettervi di scegliere i vostri rappresentanti sulla base di un programma concreto, che sarà il nostro punto di riferimento per il prossimo quadriennio.
Per quanto concerne il rapporto tra le istituzioni e la popolazione, ci impegniamo con voi a lavorare a favore di una comunicazione aperta e trasparente, di un coinvolgimento regolare della popolazione nelle decisioni rilevanti e di un dialogo costruttivo ed efficace interno alle istituzioni stesse.
Desideriamo prestare grande attenzione al tema della pianificazione futura del territorio, che deve rispondere, a nostro parere, ai bisogni reali della popolazione, come pure a quello della mobilità sostenibile (pista ciclabile, sostegno all’utilizzo dei mezzi pubblici, viabilità che rimetta al centro la sicurezza dei pedoni). Desideriamo lavorare alla realizzazione di infrastrutture e servizi che attualmente risultano limitati o assenti, in particolare alla creazione di un’area pubblica attrezzata e di un parco giochi accessibile per tutti. Vogliamo sostenere con energia e determinazione la realizzazione di un centro sportivo regionale, un progetto da ormai molto tempo e da più parti richiesto. Uniamo le forze e facciamolo!
Sosteniamo una società inclusiva e solidale, perciò priva di discriminazioni di alcun tipo. Nell’ambito della socialità e della sanità, vogliamo quindi promuovere le pari opportunità e la prevenzione, dando il massimo supporto allo sviluppo di strutture e servizi sanitari necessari a garantire anche in futuro l’alto livello qualitativo proposto finora.
Infine, ma non da ultimo, desideriamo impegnarci per incentivare lo sviluppo economico locale, valorizzando e al contempo tutelando il nostro territorio. Crediamo lo si possa fare mediante il sostegno concreto alle società e agli artigiani locali, a investimenti prevalentemente di carattere pubblico a favore della collettività, alla salvaguardia del nostro patrimonio storico e alla promozione di un turismo sostenibile.
Crediamo che Rorè abbia un grande potenziale e che insieme saremo capaci di trovare il modo migliore per svilupparlo. Per questo motivo vi invitiamo nuovamente a voler condividere con noi un progetto comune, a favore di un paese aperto e dinamico, che sappia fare del dialogo il proprio punto di forza e che voglia attivamente ideare il proprio futuro!

Invito all’incontro coi candidati:
Siete tutti invitati all’incontro coi candidati della lista RorèEtica Sabato 24.11.2018, dalle 17.00, c/o Bar Sonia da Giacinto
Panzerotti offerti!

top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors