• 13955 Alla salute!
Ricordiamoli - i nostri cari
lunedì 26 novembre 2018.
Un genio del genio civile
di Rodolfo Fasani

A nome del tuo paese natio, un dovere prendere da te congedo,
anche in ricordo della lingua della madre; l’italiano,
della tua gente di Mesocco, della tua famiglia e dei tuoi amici
che tanto hanno ammirato le tue imprese e il tuo estro di genio.

Nel giubileo dei 50 anni del tuo impero,
costruito con solerzia e caparbietà fina del montanaro,
ebbi a dirti alcune parole, che in parte ti ripeto,
perché si ripete solo ad un uomo grande a un maestro
che ha saputo onorare il mondo con la sua opera.

Un’immagine intensa ed espressiva – simbolica – “Un volto una vita”
dice tutta la storia racchiusa in quel volto diventato ormai rugoso,
e sempre più simile a quello di tuo padre Alfonso.

Hai sempre provato il contatto nella costruzione,
forte, aggressiva, misteriosa,
e ne hai colto il messaggio primordiale.
Come d’incanto il passato si faceva presente
e il sogno diventava vero.
Chissà forse con l’influsso di re Vittorio Emanuele
nel ponte della tua infanzia a San Bernardino.

Hai paragonato la vita al cammino di una foglia,
dalla montagna all’immensità del mare.
Nelle tue opere hai seguito il canto del torrente che saltella,
al risuono della certezza gioiosa: diventerò il mare.
Non è stata una presunzione vana;
è umiltà autentica, perché è la verità.

Evoluzione e involuzione,
l’essenza sta nel mutamento, dicevi.
Molte opere del genio civile ancora nasceranno
e cadranno quelle ora in auge,
se lo vorrà il mutamento.
Tu ti sei aperto ai mutamenti ….
senza rinnegare chi nell’azione ti ha preceduto.

Ti auguro ora nell’infinità dei cieli,
di saper seguire un volo d’anatre verso il tramonto,
ali libere e vaste a tempo di ventaglio,
senza mutare il suo splendore.

Ed a noi rimarrà vivo il tuo messaggio:
che solo noi possiamo render breve la vita,
incapaci di vedere l’evoluzione.

Concludo, sicuro che:
nell’ingegneria hai espresso l’idea del mondo, uomo di Mesocco,
con essa la tua opera rimarrà immortale e infinita …

Rodolfo Fasani

top

La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo.
Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo.
Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un’ora o una vita.

(David Grossman)

 
Sponsors