• 14812 Grono - Tre autori per una serata speciale
  • 14796 Avviato il programma di prevenzione del tumore all’intestino per i Grigioni
  • 14730 Attenti a "Radar" c’è Lulo!
  • 14617 Apphalthopolis
Politica
lunedì 26 novembre 2018.
Ridere per non piangere

Pubblichiamo la risposta del Consiglio federale relativa all’interrogazione del CN Marco Chiesa riguardante gli annunci discriminatori nei confronti dei lavoratori indigeni, insieme a un breve comunicato stampa in merito.

Il 25 settembre scorso il Consigliere nazionale Marco Chiesa ha inoltrato un’interrogazione al Consiglio federale in merito agli irritanti annunci di lavoro discriminatori da parte di ditte "ticinesi" che limitano l’assunzione ai soli lavoratori residenti all’estero (18.1053).
La risposta del Consiglio federale, giunta in questi giorni, dimostra quanta ignoranza della situazione ticinese regni ancora a Palazzo federale e in particolare all’interno del Dipartimento dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), autorità competente per la valutazione di questo atto parlamentare.
Affermare di “non essere a conoscenza della pratica descritta nell’interrogazione” sfiora il ridicolo ed è irrispettosa nei confronti delle famiglie ticinesi che si vedono escluse dal proprio mercato del lavoro.
L’UDC Ticino non mancherà di presentare nelle prossime settimane dei casi concreti, che sembrano essere “sfuggiti”, affinché anche chi non vuole vedere sia costretto a rendersi conto della gravità di queste discriminazioni.

top

“I bambini oggi sono dei tiranni. Contraddicono i genitori, ingoiano il loro cibo e tiranneggiano i loro insegnanti.”

Socrate

 
Sponsors