• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Fuori regione
giovedì 29 novembre 2018.
Edy Toscano, un uomo di successo

Da Effretikon, dove ha vissuto gran parte della sua vita, ci è giunta notizia della scomparsa di Edy Toscano.

Era nato a Mesocco nel 1927 da Alfonso Toscano e Domenica Passardi. Nel 1940, non ancora tredicenne, ha perso la mamma in seguito a una grave malattia. È stata la sorella Aurelia, allora diciottenne, che ha aiutato il papà Alfonso a crescere la famiglia.
Da subito è stato attivo nell’agricoltura e in seguito nell’impresa di costruzioni del padre. Sia Edy che il fratello Cleto, di poco più grande, sono stati molto influenzati dalle attività di famiglia. Da un lato la genuinità, la tradizione e l’attaccamento alla terra dei contadini, dall’altro il senso imprenditoriale legato al ramo più innovatore delle costruzioni.
Questo spirito progressista ha forgiato tutta la sua vita e l’ha portato al successo. Il solo essere rivolto al futuro non sarebbe bastato senza un carattere forte, coraggioso e carismatico.
Dopo il diploma in ingegneria nel 1951 presso il Politecnico Federale di Zurigo e alcuni anni di esperienza, fonda nel 1959 uno studio proprio.
Indubbiamente anche favorito dal boom economico di quegli anni, ebbe da subito un grande successo. Il suo primo progetto è stato la realizzazione della centrale idroelettrica di Spina a Pian San Giacomo. Negli anni la “Firma”, come la chiamava lui, è sempre via via cresciuta fino ad occupare centinaia di dipendenti con innumerevoli sedi in tutta la Svizzera.
Una delle chiavi del buon risultato aziendale era quella di dare la giusta importanza ai collaboratori. La cosiddetta “filosofia Toscano” è stata quella di rendere ogni impiegato parte della società.
Con l’aiuto dell’amico d’infanzia Cecchino Toscano, ha aperto anche a Mesocco una succursale che ha dato l’opportunità di lavoro a molte famiglie. Sono innumerevoli gli apprendisti di tutta la Mesolcina che si sono formati nelle varie sedi della Edy Toscano SA.
Sebbene lontano dalla valle, ha sempre avuto un occhio di riguardo per il suo paese. Anche negli ultimi periodi era solito informarsi sull’andamento politico del comune.
Negli anni settanta, con il fratello Cleto è stato uno dei promotori della San Bernardino Impianti Turistici SA. L’attribuzione delle concessioni divise allora il paese.
Malgrado l’attuale triste situazione bisogna rendere atto che la SBIT ha occupato per diversi anni tanti operai della zona ed è stata una fonte di indotto non indifferente.
Edy ha frequentato molto le nostre montagne. Sono pochi gli anni che ha mancato di praticare la caccia nella sua amata Curciusa con i suoi più intimi amici.
Con la sua morte viene a mancare uno dei personaggi più influenti e visionari della storia recente di Mesocco.
Grazie Edy per tutto quello che hai fatto per la nostra regione e l’insegnamento che ci hai lasciato.
Siamo vicini alla famiglia ed esprimiamo le nostre più sincere condoglianze.

Walter Zala e Giulio Cereghetti, Mesocco

top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors