• 13030 Archiviato l’albero dell’Avvento librario 2018
  • 13010 Visita la Val Calanca con i mezzi pubblici!
  • 13005 AnarchiCO(LON)!
Lettere dei lettori
mercoledì 26 dicembre 2018.
Disagio dovuto a dipendenze: centri per le persone in difficoltà aperti anche alla sera e nel finesettimana?
di Raoul Ghisletta

TESTO DELL’INTERROGAZIONE

Premessa
A Lugano si assiste sempre più al problema del policonsumo di sostanze stupefacenti e al problema della gestione delle persone dipendenti da tanto tempo, che finiscono per essere isolate e marginalizzate. A Lugano è attivo un operatore di prossimità di Ingrado che è presente nei luoghi di aggregazione frequentati da tossicodipendenti (in particolare al parco Ciani), nel Centro di accoglienza diurna a bassa soglia (Viganello) e a domicilio. Il suo carico di lavoro è notevole. L’assunzione di operatori supplementari è necessaria e andrebbe sostenuta anche dai Comuni limitrofi come Massagno, Paradiso, Canobbio, Collina d’oro, Sorengo, Porza, ecc.
Centro di accoglienza diurno di Viganello
Il Centro è aperto 5 giorni a settimana e negli ultimi anni è sempre pieno. Al fine di rispondere in maniera più incisiva ai problemi delle persone dipendenti è molto importante un ampliamento degli orari di apertura in serata e nel finesettimana con il sostegno del Cantone, dei sopracitati Comuni limitrofi e di fondazioni private.
Altre regioni
Nelle altre regioni a grandi linee sappiamo che la problematica è pure presente e che travalica spesso i confini comunali.

Domande
Chiediamo pertanto al lodevole Consiglio di Stato
1. Esiste una mappatura dei luoghi principali di aggregazione delle persone con dipendenze?
2. In questi luoghi di aggregazione esiste una presenza sufficiente di operatori di prossimità?
3. Nelle varie regioni esistono Centri di accoglienza diurna a bassa soglia? Esiste o è prevista la loro apertura in serata e nel finesettimana? Come avviene il loro finanziamento da parte di Cantone, Comuni e fondazioni private?
4. Quali passi intende intraprendere a breve il Cantone per assicurare una migliore presa a carico del problema?

Raoul Ghisletta, Massimiliano Ay, Henrik Bang, Jacques Ducry, Sebastiano Gaffuri, Daniela Ghirlanda Pugno, Carlo Lepori, Tatiana Lurati Grassi, Germano Mattei, Matteo Quadranti

top

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.

(Michael Bachtin)

 
Sponsors