• 13775 Proteggere le vittime, rafforzare la scuola!
  • 13770 Cess...tini in oltra!
  • 13732 Cin cin!
Comunicati
mercoledì 1 maggio 2019.
Le strade dei passi si risvegliano dal letargo

Sei delle dieci strade dei passi situate alle altitudini più elevate in Svizzera si trovano almeno in parte nel Cantone dei Grigioni. Affinché il passo dell’Umbrail, del Flüela e gli altri siano nuovamente transitabili a partire da maggio, occorre investire molto tempo e molto lavoro. Un nuovo video mostra i collaboratori dell’Ufficio tecnico dei Grigioni durante il loro lavoro impegnativo sul passo dell’Albula.

I passi alpini svizzeri sono una componente dell’identità svizzera come gli orologi o il formaggio. Anche nei Grigioni da millenni i traffici che seguono le ripide curve sono una componente fissa della cultura. Nel corso degli anni i passi alpini hanno contribuito anche a far avvicinare le singole vallate e i comuni autonomi dei Grigioni. L’interesse comune a tenere aperte le mulattiere e il traffico comune con animali da soma hanno contribuito a fare in modo che i Grigioni diventassero un’unità nonostante la varietà culturale e la mancanza di un’unità geografica.

Dodici strade di passo completamente diverse
Mentre i passi del Bernina, dello Julier, del Lucomagno, del Maloja e del Forno rimangono aperti durante tutto l’anno, gli altri passi situati nei Grigioni vanno per così dire in letargo al più tardi in novembre o in dicembre. La durata della chiusura invernale varia da passo a passo. Il passo dell’Oberalp e dello Spluga ad esempio spesso possono essere riaperti già a fine aprile. Per la riapertura della Forcola di Livigno o del passo dell’Umbrail invece occorre aspettare la fine di maggio o addirittura l’inizio di giugno. I fattori principali che influiscono sulla riapertura dei passi sono le condizioni atmosferiche e l’altitudine.

Lotta contro la neve e contro il tempo
Il dispendio per riaprire al traffico le strade dei passi dopo la chiusura invernale è molto elevato. A tale scopo i collaboratori dell’Ufficio tecnico lavorano per settimane a ritmi serrati e in condizioni impegnative. Ripetuti colpi di coda dell’inverno e il continuo pericolo di valanghe fanno parte del lavoro quotidiano. Un nuovo video permette di farsi un’idea del lavoro tra muri di neve alti quattro metri.

Informazioni relative alle aperture dei passi
Informazioni aggiornate riguardo alle singole aperture dei passi nonché indicazioni dettagliate riguardo a lavori stradali e a disagi sono disponibili sul sito web www.strassen.gr.ch.

top

„I felici sono felici per il possesso della giustizia e della temperanza e gli infelici, infelici per il possesso della cattiveria.“

Platone

 
Sponsors