• 13770 Cess...tini in oltra!
  • 13731 Il campanile!
  • 13504 La strada del San Bernardino in mostra all’Ospizio
Ricordiamoli - i nostri cari
sabato 3 agosto 2019.
Lea Parachini-Furger: la luce negli occhi

Recentemente ci ha lasciato Lea Parachini-Furger. Un incontro con lei non lasciava indifferenti. Si avvertiva subito in Lea la persona sensibile, la bellezza di un animo gentile, l’attenzione di chi ti vede in profondità. Tutta la sua persona esprimeva armonia, la stessa che si ritrovava nella sua pittura. Per Lea l’arte era importante, la vedevo alle mostre e ai concerti. Ma anche importante era per lei la nozione del bene e del giusto. In un certo qual tempo ci si incontrava per parlarne: del bello, del buono, del giusto. Le sue parole erano sempre equilibrate, pacate ma ferme e venivano da chi era presente ascoltate e apprezzate. La sua personalità si rivelava chiara e forte anche nella gentilezza delle parole e dei movimenti. Una carissima persona Lea, sensibile, intelligente e accurata nei modi e nella relazione con gli altri. Una persona della quale avevamo sentito la mancanza nelle nostre discussioni quando non le era più stato possibile parteciparvi.
Resta il ricordo: di quella luce, di quella sollecitudine e bontà che traspariva dal suo sguardo. Alla famiglia i sensi del cordoglio.
Nicoletta Noi-Togni

top

Ogni uomo può dire quante oche o quante pecore possiede, ma non quanti amici.

Cicerone

 
Sponsors