• 13955 Alla salute!
  • 13937 Mosconi sul sofà 5 nell’aula magna di Grono
Ricordiamoli - i nostri cari
martedì 20 agosto 2019.
In memoria: Gino Mossi

Ci faceva un po’ sognare Gino: elegante e snello, ritto sul suo cavallo, ci portava in un mondo di cavalieri e destrieri, di passato bello e maestoso.
Anche il suo tratto era signorile, caratterizzato da gentilezza e generosità.
Classe 1944, Gino, nato a Roveredo il 28 marzo di 75 anni fa e nel capoluogo moesano cresciuto, dal 1992 era domiciliato con la sua famiglia a San Vittore. Una presenza attiva e vivace quella di Gino che, fin che la salute glielo ha permesso, amava intrattenersi nei ritrovi del paese interessandosi e partecipando alle vicende, belle e meno belle, della nostra comunità. Gino era appunto persona di società ed era piacevole conversare con lui. Molto conosciuto nella regione Gino lascia molto rimpianto tra amici e conoscenti e lascia soprattutto un grande vuoto nella casa di Cadrobi dove era circondato dall’affetto della moglie Lucia e della figlia Linda che lo hanno accompagnato parecchio tempo nella malattia e dove si è spento lo scorso 15 agosto. Le molte persone che lo hanno accompagnato nell’ultimo tragitto, hanno dimostrato quanto Gino fosse popolare e quanto stimata e apprezzata la sua famiglia. Alla quale famiglia tutta vanno, pensiero e considerazione.

Nicoletta Noi-Togni

top

La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo.
Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo.
Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un’ora o una vita.

(David Grossman)

 
Sponsors