• 13955 Alla salute!
  • 13937 Mosconi sul sofà 5 nell’aula magna di Grono
Politica
giovedì 22 agosto 2019.
Votare il Partito socialista per rafforzare il trilinguismo grigione
di Manuel Atanes

Questa primavera l’Ufficio federale della cultura ha pubblicato una valutazione delle misure di promozione in favore delle lingue minoritarie nel nostro Cantone.

I risultati di questo studio serviranno alla stesura dei nuovi accordi di prestazione che la Confederazione stipulerà con il Cantone dei Grigioni e con le associazioni linguistiche. La valutazione della Confederazione dà un giudizio molto severo dell’operato delle autorità cantonali: il Cantone interpreta il suo ruolo solo in modo insufficiente verso le minoranze linguistiche, sebbene la promozione della lingua romancia e di quella italiana sia un compito di rango costituzionale. La loro promozione dovrebbe essere onnipresente nel lavoro dell’Esecutivo cantonale. Nella realtà dei fatti ad oggi il Cantone non ha ancora formulato una strategia coerente in favore delle minoranze cantonali, la loro difesa e promozione è stata semplicemente (ed elegantemente) delegata a due associazioni, la Lia Rumantscha e la Pro Grigioni Italiano.
Durante l’ultima sessione del Gran Consiglio la frazione socialista si è confermata una strenua sostenitrice del trilinguismo grigioni, ben tre atti parlamentari sono stati infatti presentati a questo riguardo. Quale rappresentante del Grigionitaliano ho chiesto al Governo una presa di posizione sulla presenza chiaramente insufficiente di italofoni nell’Amministrazione cantonale, in particolar modo a livello di quadri, che lo studio della Confederazione ha confermato per l’ennesima volta. Il secondo atto parlamentare è stato quello della collega Sandra Locher Benguerel che ha chiesto misure concrete da parte del Cantone per dare seguito alle raccomandazioni formulate nello studio della Confederazione. A tutti e due il Governo ha chiesto di attendere i risultati di un gruppo di lavoro interdipartimentale che ha il compito di studiare in dettaglio la valutazione dell’autorità federale.
Il Granconsigliere Tobias Rettich si è infine adoperato per la traduzione simultanea in Gran Consiglio. Il nostro parlamento è infatti l’unico di un cantone pluriligue senza una traduzione simultanea dei dibattiti parlamentari. La proposta ha trovato il sostegno in tutte le frazioni, per questo motivo prima della prossima sessione il collega Rettich proporrà la creazione di un sistema di traduzione simultanea alla conferenza dei presidenti. Se verrà accettata dal Gran Consiglio, una richiesta delle minoranza italofona formulata già tanti anni fa, sarà finalmente soddisfatta.
L’anno scorso la Pro Grigioni Italiano ha festeggiato il suo centenario, quest’anno è la volta della Lia Rumantscha. Ricorrenze queste sicuramente importanti e significative, la promozione del romancio e dell’italiano resta però un compito preminente dello Stato perché fissato nella nostra Costituzione. Votare il Partito Socialista è una garanzia affinché la politica a livello cantonale e federale dia il suo contributo concreto alla giusta applicazione di questa norma costituzionale. Ne va infatti del diritto delle minoranze linguistiche di essere trattate alla stessa stregua del resto della popolazione!
Il 27 settembre i candidati socialisti al Consiglio nazionale e al Consiglio degli Stati parteciperanno ad un incontro a Roveredo organizzato dal PS Moesa.
Un’ occasione da non perdere per informarsi sul lavoro del Partito socialista per la promozione della nostra lingua.

top

La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo.
Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo.
Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un’ora o una vita.

(David Grossman)

 
Sponsors