• 13955 Alla salute!
  • 13937 Mosconi sul sofà 5 nell’aula magna di Grono
Regionale
lunedì 26 agosto 2019.
Regione Moesa: Conferenza dei Sindaci (CdS) 4/2019

Lo scorso 22 agosto si è svolta presso il CRS di Roveredo l’abituale Conferenza dei Sindaci (CdS) della Regione Moesa diretta dal Presidente Christian De Tann: 12 su 12 i Comuni rappresentati per deliberare le tematiche all’ordine del giorno.

In particolar modo durante tale Conferenza è stato dato ampio spazio alla presentazione dello studio di fattibilità, da parte dell’arch. M. Ciocco, concernente il Centro sportivo regionale.

Ricordiamo che nel 2008 venne chiuso il centro sportivo in Vera a Roveredo. Da allora, in tutto il Moesano, manca un luogo idoneo dove si possano imparare e praticare gli sport acquatici e alloggiare in un campeggio. La necessità di avere un centro sportivo per l’estate è una priorità per l’intera regione, in modo da completare l’offerta e l’attrazione della regione stessa. Nel corso degli ultimi anni la Regione Moesa è stata sollecitata più volte su questo tema attraverso una petizione e una raccolta firme.

Come presentato dall’ arch. Ciocco, il futuro centro sportivo regionale verrebbe realizzato nell’area attualmente occupata dal campo sportivo Anzan a Leggia, nel comune di Grono e Cama. Si tratta di un’ubicazione centrale all’interno della nostra regione, facilmente raggiungibile sia dal traffico lento che da quello motorizzato, con vicinanza ad elementi naturali potenzialmente sfruttabili, bosco, campi, fiume Moesa con un buon soleggiamento.

Nel corso dell’autunno i due Comuni effettueranno maggiori approfondimenti in modo da poter presentare alla Conferenza dei Sindaci ulteriori dettagli in particolare in ambito finanziario.

Per ulteriori informazioni rivolersi a:

Regione Moesa, Christian De Tann, christian.detann@bluewin.ch, 079 444 36 25
Regione Moesa, segretariato, info@regionemoesa.ch, 091 827 45 47

top

La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo.
Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo.
Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un’ora o una vita.

(David Grossman)

 
Sponsors