• 13955 Alla salute!
  • 13937 Mosconi sul sofà 5 nell’aula magna di Grono
Regionale
martedì 3 settembre 2019.
I NUOVI NEMICI DEL CLIMA
di Patricia Schera

Finora si è taciuto sugli effetti della digitalizzazione e della telefonia mobile sul clima. Questo discorso è stato esaminato troppo poco e forse volutamente tralasciato. Per quanto riguarda la protezione dell’ambiente, dev’essere preso in considerazione sia il CO2 che il surriscaldamento del pianeta dovuto alle nuove tecnologie.

Anche i giganti della digitalizzazione e della telefonia mobile devono essere presi di mira.
I loro lapalissiani benefici (vedi sito Sunrise con immagini di natura incontaminata) devono smettere di nascondere i pericoli ecologici ad essi associati. Il punto fondamentale è che la comunicazione digitale sta creando problemi ambientali nuovi e esacerbati. Il potenziale di risparmio possibile se le prestazioni del computer raddoppiano ogni anno e mezzo si esaurirà, soprattutto se verranno prodotti e utilizzati sempre più dispositivi.
Sappiamo bene che i nostri apparecchi elettrici consumano energia e producono elettrosmog. Perché mai spegniamo le luci, l’aspirapolvere, l’asciugacapelli e lasciamo invece acceso il wi-fi di casa?

In termini di consumo globale di elettricità, Internet è al terzo posto in classifica e co-responsabile del cambiamento climatico.
La trasformazione digitale della società inoltre produce una radiazione quasi onnipresente e fa la sua parte nel riscaldamento del pianeta, anche a causa delle perdite di energia che genera. Le trasmissioni col 5G consumeranno molte volte più energia rispetto ad oggi. È necessario quindi effettuare più ricerche e più calcoli di prima per determinare quanta energia elettrica sarà convertita in futuro in calore nella guida autonoma, Internet delle cose, Smart City, oltre le attuali onde radar, onde Tetra e WLAN.
Che tipo di pianeta vogliamo lasciare alle generazioni future?

top

La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo.
Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo.
Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un’ora o una vita.

(David Grossman)

 
Sponsors