• 13830 Sveva Casati Modignani a Grono
  • 13810 SUPSI ... a lezione d’italiano!
  • 13775 Proteggere le vittime, rafforzare la scuola!
Politica
mercoledì 9 ottobre 2019.
Sandra Locher Benguerel, per costruire ponti insieme
Una voce femminile in più a Berna per il clima e per le donne

Tre lingue ufficiali, 150 valli, centri urbani e turistici forti e una periferia con difficoltà economiche, un mondo femminile che fa muovere tante realtà nei nostri paesi, ma che non è ancora sufficientemente rappresentato nelle istituzioni politiche, tutto questo in una estensione geografica pari ad un sesto della Svizzera. In questo modo si potrebbe descrivere il nostro Cantone.

Trovare “il rappresentante” giusto per una realtà con così tante sfaccettature è molto difficile, trovare “la rappresentante” è un impresa quasi impossibile. La formula vincente è trovare persone impegnate in politica che fanno dialogare tutte queste realtà, che si siedono attorno ad un tavolo per trovare soluzioni concrete.
Sandra Locher Benguerel è una di queste persone. Nelle ultime elezioni per il Gran Consiglio ha di gran lunga ottenuto il miglior risultato dei 20 granconsiglieri eletti del Circolo di Coira. Un risultato che si raggiunge solo se si ha la capacità di ascoltare le opinione degli altri, di mediare, di trovare soluzioni giuste e corrette per tutti e soprattutto se dopo quattro anni si presentano risultati tangibili che sono sotto gli occhi di tutti. Un risultato elettorale del genere è possibile solo grazie al sostegno delle elettrici e degli elettori di altri schieramenti politici. Quale complimento più sincero, quale segno di credibilità più grande vi è per una persona che si impegna per la cosa pubblica se non quello di aver ottenuto la fiducia di buona parte dell’elettorato?
Prendersi responsabilità, studiare i dossier anche complessi come quelli delle scuola in un cantone trilingue sono doti che Sandra Locher Benguerel ha ampiamente dimostrato nella sua funzione di presidente dell’Associazione degli insegnanti Grigioni. La sua preparazione in questo settore è quasi proverbiale in Gran Consiglio. Innumerevoli sono stati infatti i suoi interventi e i suoi atti parlamentari in questo ambito. Mi limito a citare il suo intervento grazie al quale al Grigionitaliano sono stati assicurati i mezzi didattici necessari per l’introduzione del Piano di studio 21. Inoltre si è sempre battuta affinché nel Grigioni tedescofono non si abolisse l’insegnamento dell’italiano nella scuola elementare. Una politica delle lingue al passo coi tempi sarà per Sandra Locher Benguerel un tema importante anche a Berna.
Tra gli aspetti che distinguono i Grigioni da tanti altri cantoni ve ne sono due che a mio avviso sono particolarmente importanti: la scarsissima presenza femminile nelle istituzioni pubbliche (e in economia) e la vulnerabilità delle nostre regioni di fronte al cambiamento climatico. Su entrambi i fronti Sandra Benguerel Locher è attiva da anni: è stata una dei personaggi di spicco nello sciopero delle donne del 14 giugno nei Grigioni, giorno durante il quale ha presentato, alla sessione di Pontresina, un atto parlamentare per un piano d’azione per l’uguaglianza tra donna e uomo. Questo impegno in favore delle donne lo porterà anche nella Berna federale lavorando per la parità di salario – che poi si traduce in rendite AVS più alte per le donne –, il congedo parentale e una rappresentanza femminile a tutti i livelli. Per le donne oggi molte porte sono aperte, per la mia generazione queste stesse porte erano invece ancora chiuse. Sandra Benguerel Locher si batterà affinché le porte aperte per le prossime generazioni di donne siano ancora più numerose. Non è retorica, non è un’utopia, molti Paesi dimostrano che una società più equa, più giusta con le donne è possibile. Dobbiamo solo volerlo!
Il secondo tema è quello del surriscaldamento climatico, una realtà anche alle nostre latitudini e che perciò è inutile negare o far finta di niente. La propaganda a buon mercato in campagna elettorale di molti politici non è credibile, per affrontare le sfide legate al clima che ci attendono bisogna farne della sua protezione una priorità a tutti i livelli istituzionali. Sandra Benguerel Locher ha dimostrato anche questo: insieme alla sua frazione in Gran Consiglio si è impegnata per un piano di investimenti in favore del clima, il cosidetto New Green Deal che prevede l’aumento dell’efficienza nello sfruttamento dell’energia, della quota annua relativa al risanamento energetico degli edifici e la riduzione delle emissioni di gas serra all’interno dell’amministrazione cantonale.
Sandra Benguerel Locher non è certamente la candidata con il budget pubblicitario più grande in questa tornata elettorale, ma sicuramente tra quelle con la maggiore sensibilità femminile. Costruire ponti tra realtà così diverse come il nostro Cantone costa più impegno che raggiungere tanti “Mi piace” nei social media grazie a frasi ad effetto.
Facciamo quindi in modo che Sandra Benguerel Locher possa costruire un ponte tra i Grigioni e la Berna federale, sosteniamola con convinzione alle elezioni per il Consiglio nazionale del prossimo 20 ottobre. Sono sicura che non ci pentiremo! Votate e fate votare la lista numero 9.

Oci Zanetti, San Vittore

top

„L’amicizia supera in questo la parentela: nella parentela l’affetto si può eliminare, nell’amicizia no; infatti, tolto l’affetto viene meno l’amicizia stessa, la parentela rimane.“

Marco Tullio Cicerone

 
Sponsors